Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Incredibile ma vero, Benzema fa…cambiare idea alla federazione francese: “Ha fatto la miglior stagione della sua carriera”

Anche nel calcio, chi la dura, la vince. E nel caso di Karim Benzema, vince parecchio anche dal punto di vista personale. Le sue prestazioni eccezionali al Real Madrid hanno costretto il presidente della Federazione Le Graët ad ammettere che il...

Redazione Il Posticipo

Anche nel calcio, chi la dura, la vince. E nel caso di Karim Benzema, vince parecchio. Il francese è stato uno dei protagonisti della Liga numero 34 del Real Madrid e ha portato così a sette il numero di campionati vinti, calando il suo personalissimo tris con la camiseta blanca dopo il poker con il Lione. Senza Cristiano Ronaldo, Benzema si prende per il secondo anno consecutivo il titolo di capocannoniere della squadra, dimostrando che l'eredità del portoghese è pesante, ma forse solo per gli altri, considerando che lui i gol continua a farli eccome. E vista la sua straordinaria stagione, forse forse c'è nell'aria...un miracolo.

ATTRITI - Sportivo, si intende, ma comunque parecchio inatteso. Noël Le Graët, presidente della federazione francese, ha concesso una lunga intervista a RMC, nella quale si è parlato anche di Benzema. Solitamente un punto dolente, considerando che il centravanti del Real Madrid non gioca in nazionale dal 2015, dopo il celebre caso Valbuena, che ha causato attriti con la federazione e con il CT Deschamps. Neanche un anno fa, il numero uno del calcio transalpino era stato abbastanza chiaro: "Non ho nulla contro Karim, in Nazionale si è sempre comportato in maniera corretta. Ma credo che il suo periodo con la Francia sia giunto al termine, anche a causa di un discorso di stato di forma".

POCHE SPERANZE - Stato di forma che evidentemente ora è tutt'altro, considerando che Le Graët, non senza fatica, ha ammesso che il contributo del bomber transalpino è stato fondamentale per le sorti dei Blancos. "Benzema ha fatto una stagione eccezionale con il Real Madrid e ho già fatto i complimenti a Zidane, che è il suo allenatore. Ora come ora, vista la stagione che sta per finire, è uno dei migliori giocatori del suo club. Non sta a me giudicare se è il migliore, dato che non ho visto tutte le partite. Ma per me ha certamente fatto la miglior stagione della sua carriera". Un'apertura per il ritorno in nazionale? Complicato a dirsi, ma sembrano esserci poche speranze. Anche perchè c'è un altro...nemico da convincere. E far cambiare idea a Deschamps potrebbe essere molto più complicato...