Incredibile in Ucraina: i tifosi del Desna Chernihiv…gettano un dirigente in un cassonetto e lo portano in parata in città

I rapporti tra club e tifosi sono importanti , ma volte i dirigenti fanno di testa loro, senza chiedere il parere di chi ha cuore la squadra oppure ignorandolo del tutto. Ma le conseguenze possono essere assurde, come nel caso del Desna Chernihiv, con un cambio di stadio che…non va proprio giù.

di Redazione Il Posticipo

I rapporti tra club e tifosi sono importanti nelle fortune di una squadra e possono avere gli effetti più disparati. Succede che alcune squadre siano in grado di volare nel bel mezzo di scontri tra supporter e società, ma anche che i calciatori risentano di un’atmosfera negativa e finiscano per…far arrabbiare tutti ancora di più. Certo, i club cercano sempre di prendere iniziative che fanno piacere ai tifosi, ma a volte i dirigenti fanno di testa loro, senza chiedere il parere di chi ha cuore la squadra. Oppure ignorandolo del tutto, come succede in alcuni casi. Ma le conseguenze possono essere…assurde.

STADIO – Lo ha imparato a sue spese Oleksandr Ovrachenko, nuovo direttore dello Stadio Jurij Gagarin, in cui gioca il Desna Chernihiv, squadra che milita nella prima divisione ucraina. Come spiega Mundo Deportivo, il dirigente ha appena preso una decisione abbastanza controversa: quella di mettere mano allo stadio del club. Non una scelta popolare, considerando che lo stadio ha da sempre un certo appeal sulla città ucraina: inaugurato nel 1936, ricostruito dopo la seconda guerra mondiale e visitato dallo stesso cosmonauta a cui è intitolato dal 1961, lo stadio è un simbolo cittadino. Dunque, comprensibile che non molti abbiano apprezzato la volontà di trasformarlo in un nuovo impianto.

PARATA – In particolare, la proposta non è piaciuta alla parte più conservatrice della tifoseria del Desna, che da questo piano usciva…sfrattata dal suo stadio, rischiando di non poter più giocare nell’impianto di casa. Però non si è riusciti a convincere Ovrachenko a desistere dai suoi piani. E quindi la protesta dei tifosi ha preso una forma che definire particolare è poco: come spiega la testata spagnola, sono entrati negli uffici, hanno preso il dirigente con la forza e l’hanno gettato in un cassonetto dell’immondizia, portandolo “in parata” per le strade della città. Una scena che è stata ripresa da parecchie persone e che è già diventata virale. E chissà quali saranno le conseguenze di questo gesto, che molti tifosi si sono subito affrettati a condannare. Perchè va bene la tradizione, ma certe scene è meglio non vederle mai…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy