Incredibile in Scozia: il Livingston chiede ai tifosi su Twitter…se tenere il portiere oppure no

Il potere dei social network è ormai impossibile da sottovalutare, persino nel calcio. E certamente tutti i club monitorano le reazioni del pubblico a prestazioni, dichiarazioni e movimenti di mercato. Da qui a chiedere un parere su un prolungamento di contratto, però, forse un po’ ce ne passa…

di Redazione Il Posticipo

Il potere dei social network è ormai impossibile da sottovalutare, persino nel calcio. I club hanno strategie e interi reparti che si dedicano alla creazione di contenuti e all’interazione con i tifosi, ormai diventata ancora più fondamentale in un momento in cui è impossibile essere fisicamente vicini alla squadra. E certamente tutti monitorano le reazioni del pubblico a prestazioni, dichiarazioni e movimenti di mercato. Da qui a chiedere un parere su un prolungamento di contratto, però, forse un po’ ce ne passa. Ma evidentemente il Livingston, club scozzese di Premiership, ha pensato che nessuno come i suoi tifosi potesse sapere cosa fare con Gary Maley.

SONDAGGIO – Maley è uno dei portieri dei Lions, ma la carta di identità che segna 37 primavere deve aver fatto ragionare il club. In un momento abbastanza complicato per il calcio a livello mondiale, persino un singolo contratto conta nell’economica di una società, quindi il Livingston si è chiesto se rinnovare all’estremo difensore per un’altra stagione o se lasciarlo libero. Anzi, lo ha chiesto direttamente ai tifosi, ponendo il quesito sul proprio profilo Twitter. Un sondaggio in piena regola, con le due opzioni ben specificate. Al momento, se il club deciderà di assecondare la volontà popolare, il portiere dovrebbe riuscire a ottenere un prolungamento, considerando che il sì sta vincendo con circa il 66% delle preferenze.

CRITICHE – Ma non sono mancate le polemiche per una metodologia di gesgione che rasenta il futuro distopico più volte invocato da Wenger, quello in cui secondo l’ex tecnico dell’Arsenal i tifosi decideranno le sostituzioni con dei sondaggi a fine primo tempo. Più di qualcuno ha commentato lo status del Livingston suggerendo a Maley di parlare con i rappresentanti sindacali dei calciatori, in quanto il comportamento del club non sembra esattamente in linea con le norme che regolano i rapporti di lavoro. E c’è chi guarda con attenzione alla situazione, chiedendosi se effettivamente questo sia del futuro del calcio: “Non tifo Livingston, ma sono curioso di sapere se davvero si può lasciare libero un calciatore perchè lo ha deciso un sondaggio su Twitter”. Curiosità più che legittima…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy