Incredibile in Inghilterra: allenatore esonerato via SMS a partita ancora in corso!

Il licenziamento lampo di un allenatore al termine di un match non è certo una novità, ma chi può vantarsi di essere stato esonerato…prima del fischio finale?

di Redazione Il Posticipo

Ah, lo splendido mondo delle divisioni inferiori inglesi. Gran parte del successo del football dalle parti di Sua Maestà è dovuto all’immensa popolarità dei campionati minori, fino ad arrivare al fenomeno delle Sunday Leagues. Ma nel mezzo, c’è una galassia di campionati dai nomi a volte improbabili che regalano sempre una storia da raccontare. È il caso della Vanarama National League South, la sesta serie del calcio inglese, che negli ultimi giorni ha assistito a un caso forse più unico che raro. Il licenziamento lampo di un allenatore al termine di un match non è certo una novità, ma chi può vantarsi di essere stato esonerato…prima del fischio finale?

SMS – A poterlo fare è Harry Wheeler, ormai ex tecnico del Billericay Town. Il suo licenziamento gli è stato notificato cinque minuti prima che l’arbitro sancisse, con il triplice fischio, la prima sconfitta stagionale della squadra. Ed il fatto che prima di perdere contro il Chippenham Town il Billericay, arrivando dalla serie inferiore, fosse primo in classifica con quattro vittorie e un pareggio, è forse la cosa meno assurda della questione. Anche la modalità dell’esonero lascia infatti parecchio perplessi, dato che, da quel che riporta Essex News, al povero allenatore sarebbe arrivato un SMS che confermava la fine del suo periodo alla guida del club, nonostante il secondo posto in classifica.

PRESIDENTE VULCANICO – Una scena inaspettata? Forse, ma non per chi conosce il presidente del Billericay. Nella scorsa stagione, Glenn Tamplin si era nominato allenatore, prima di decidere (anche qui, caso abbastanza unico) di autoesonerarsi e di chiamare Wheeler a prendere le redini della squadra. Peccato che 48 ore dopo, il presidente avesse stabilito di annullare il proprio esonero e di tornare in carica. Ci sono voluti due mesi per convincere il vulcanico proprietario a farsi da parte e a lasciare la panchina a Wheeler, con la minaccia di esonero immediato se la squadra non avesse vinto la Bostik Isthmian League. Il risultato raggiunto, assieme all’ottimo inizio di stagione della neopromossa sembrava aver messo l’allenatore al riparo da eventuali colpi di testa. Ma così non è stato. Almeno però nel curriculum Wheeler potrà scrivere che il suo lavoro con il Billericay è durato una manciata di partite e…ottantacinque minuti. Non è il massimo, ma forse susciterà interesse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy