Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Incredibile in Ghana: squalificato il calciatore che ha fatto due autogol per far saltare una partita truccata

Incredibile in Ghana: squalificato il calciatore che ha fatto due autogol per far saltare una partita truccata - immagine 1

Lo scorso anno in Ghana un calciatore ha segnato di proposito due autoreti per far saltare la scommessa che qualcuno della sua squadra aveva organizzato. Eppure il giocatore in questione è stato comunque squalificato per sei mesi.

Redazione Il Posticipo

Quello delle partite truccate è un problema serio, che affligge il calcio forse addirittura fin dalla sua nascita. Di certo, da quando si è cominciato a scommettere sui risultati, c'è sempre la possibilità che qualcuno cerchi di pilotare il match attraverso la corruzione dei protagonisti per garantirsi vincite a volte milionarie. Si dice che per truccare un match basti un numero di calciatori non troppo alto, ma di certo bisogna evitare una cosa: che qualcuno lo venga a sapere e cerchi di rovinare il tutto. Il che è quello che è successo lo scorso anno in Ghana, quando un calciatore ha segnato di proposito due autoreti per far saltare la scommessa che qualcuno della sua squadra aveva organizzato.

COMBINE SALTATA - Eppure, come riporta Sportbible, il protagonista di questa storia...è stato comunque squalificato. Meglio partire dall'inizio. Hashim Musah è un calciatore dell'Inter Allies che nello scorso luglio è finito due volte dalla parte sbagliata del tabellino del match della sua squadra contro l'Ashanti Gold. Come ha spiegato nel post partita, Musah aveva sentito nell'hotel prima del match che qualcuno si era accordato per un 5-1 e, con l'assenso del suo allenatore, era entrato in campo appositamente per far saltare l'accordo. Dunque ecco il motivo dei due autogol evidentemente volontari, che hanno reso impossibile che la partita terminasse con il punteggio su cui chi aveva deciso di combinare la partita aveva scommesso. Ma questo atto di protesta non è bastato al calciatore.

IL COMUNICATO - Come spiega un comunicato della Federazione ghanese, riportato da GhanaSoccer.net, "a Hashim Musah è proibito prendere parte ad attività legate al calcio per un periodo di 24 mesi. Il Comitato ha però deciso di mitigare la sanzione visto il ruolo giocato dal calciatore nel rovinare una partita truccata. La sua sanzione è dunque stata ridotta a un periodo di sei mesi e Musah è stato ripreso per essersi fatto giustizia da solo, quando invece aveva l'obbligo di rivelare la situazione alla federazione attraverso la la linea dedicata all'integrità del gioco". Insomma, bravo Musah ad aver fatto saltare la scommessa, ma il fatto di non aver parlato prima con gli organi federali gli costerà comunque uno stop. Non esattamente un caso in cui l'onestà ha pagato...