Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Incredibile Acerbi: due 4-4 in serie A, un gol fatto su “correzione” e uno causato per… aver corretto

TRIESTE, ITALY - APRIL 28:  Andrea Cossu of Cagliari Calcio and Francesco Acerbi #15 of AC Chievo Verona in action during the Serie A match between Cagliari Calcio and AC Chievo Verona at Stadio Nereo Rocco on April 28, 2012 in Trieste, Italy.  (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Con la Lazio, ha segnato dopo che l'arbitro ha corretto la sua decisione. Contro il Palermo, invece, ha subito un gol per aver corretto l'arbitro. 

Redazione Il Posticipo

Il calcio dà, il calcio toglie, il calcio restituisce. Serata incredibile all'Olimpico e soprattutto per Francesco Acerbi che scrive diversi record personali, di cui uno difficilmente eguagliabile. Il centrale difensivo laziale è stato protagonista della sfida fra Lazio e Udinese, che, come riportato da opta, è il primo pareggio in Serie A con entrambe le squadre che hanno segnato almeno quattro reti.

RECORD - Per trovare qualcosa del genere, occorre spostare le lancette del tempo al maggio del 2012 quando la sfida fra Palermo e Chievo si è chiuso con l'identico punteggio della notte romana. Con un unico comune denominatore. Acerbi, in campo e decisivo in entrambe le sfide. Con la Lazio, ha segnato dopo che l'arbitro ha corretto la sua decisione. Contro il Palermo, invece, ha subito un gol per aver corretto l'arbitro.  Ed in entrambi i casi il gol del 4-4 è maturato nel finale.

2021 - Secondo gol in Serie A contro l'Udinese per Francesco Acerbi: solo contro Cagliari (tre) e Sampdoria (quattro) ne ha segnati di più nel massimo campionato. I bianconeri rappresentano uno degli avversari preferiti del centrale biancoceleste che vive una esperienza paradossale. Questione di centimetri, la convalida della rete che porta la Lazio al momentaneo vantaggio prima della beffa finale. Qualcosa di molto simile seppur vissuta in modo diverso, nella sfida contro il Palermo.

2012 - Nel 2012 Acerbi è un difensore di belle speranze che milita nel Chievo. E nella sfida che si gioca al Barbera, a un minuto dalla fine, il punteggio è sul 4-3 per i mussi volanti che pregustano la vittoria. Il Palermo, con la partita ormai agli sgoccioli, tenta il tutto per tutto. Dopo l'ennesimo attacco dei rosanero la palla si perde a fondo campo. Scenario perfetto, rinvio del portiere e fischio finale. Acerbi, però, chiama l'arbitro e ammette di aver toccato per ultimo il pallone prima che si perdesse fuori dal campo. Dunque, calcio d'angolo. Traiettoria di Miccoli, gol di Silvestre. 4-4. Un gol subito per... eccesso di Fair Play considerando che il Palermo ha sfruttato anche la situazione. Il Chievo si stava sistemando per la ripresa del gioco dal fondo ed è rimasto sorpreso dal corner.