Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Scaloni, il CT “bicampeon” dell’Albiceleste dopo aver rischiato la vita prima di Copa America e Mondiale

Scaloni, il CT “bicampeon” dell’Albiceleste dopo aver rischiato la vita prima di Copa America e Mondiale - immagine 1
Un ciclo straordinario, quello di Scaloni, che nel 2019 ha rischiato grosso

Redazione Il Posticipo

Argentina Campione del Mondo. A rileggere la serie di coincidenze che hanno caratterizzato il cammino della albiceleste sembrava davvero tutto scritto. Come se le stelle e i pianeti si fossero allineati per celebrare il primo mondiale di Lionel Messi e della Scaloneta. E anche il destino ha voluto che il CT della nazionale fosse alla guida dell'albiceleste per condurla, come nessuno mai prima di lui, a una doppia vittoria. Tecnico "bicampeon", Scaloni. Prima è arrivata la vittoria in Copa America e poi al Mondiale. E pensare che nel 2019, tutto ha rischiato di non iniziare mai. Nell'aprile di quell'anno Lionel Scaloni, CT dell'Albiceleste, è rimasto ferito in un incidente avvenuto a Puerto Portals, località di Palma de Maiorca.

DINAMICA

—  

Secondo i media locali, Scaloni, che ha giocato proprio a Maiorca per una stagione in prestito dalla Lazio, stava circolando in bicicletta quando il conducente di un'automobile impegnato in una manovra in retromarcia non l'ha visto e lo ha investito. Un incidente che avrebbe potuto trasformarsi in un dramma. L'allenatore della nazionale argentina ha sbattuto la testa contro la superficie della strada e ha riportato un trauma facciale, diverse contusioni e bruciature. La testata spagnola riporta che dopo l'accaduto è arrivata un'ambulanza che lo ha trasportato all'ospedale di Son Espases vista la gravità delle ferite riportate.

Scaloni, il CT “bicampeon” dell’Albiceleste dopo aver rischiato la vita prima di Copa America e Mondiale - immagine 1

PREOCCUPAZIONE

—  

Dopo il grande spavento il Commissario Tecnico della nazionale ha potuto raccontare quanto accaduto tirando un bel sospiro di sollievo. L'incidente ha lasciato in eredità solo delle ferite come aveva testimoniato, allora, lo stesso CT postando una foto con varie "ammaccature" ma nessun problema realmente serio. Una piccola disavventura che ha spaventato  ma impedito al commissario tecnico di aprire, proprio nel 2019, quel ciclo che ha ripotato prima l'albiceleste a tornare alla vittoria in Copa America dopo un digiuno che durava dal... secolo scorso, e dopo diciotto mesi  di salire sul tetto del mondo nel 2022.