Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Le certezze di Ince: “Haaland non andrà allo United dopo quello che Keane ha fatto a suo padre”

L'ex interista, che di Keane è stato compagno di squadra fino al 1995, spiega che il fallaccio che è costato la carriera ad Alf Inge Haaland, ora può costare allo United...Haaland junior.

Redazione Il Posticipo

Haaland mai allo United. Colpa di Roy Keane. Difficile, per lui, dimenticare l'intervento dell'irlandese durante un derby di Manchester che ha messo fine alla carriera di Alf-Inge Haaland. Non un omonimo, ma il padre dell'attuale attaccante del Borussia Dortmund. Un tackle premeditato, fatto per vendetta, come ha rivelato lo stesso Keane nella sua autobiografia. Tutto nasce da un diverbio di tre anni prima, quando Haaland senior accusò Keane di aver simulato un infortunio. Il centrocampista, che in quella occasione si rompe i legamenti, non dimentica. E appena può, restituisce tutto  a modo suo, con gli interessi.

COMPLICATO - Gesto che chiude la carriere di Haaland e, con il senno di poi, ogni possibilità  Red Devils di arrivare al norvegese. Parola di Paul Ince. L'ex interista, che di Keane è stato compagno di squadra fino al 1995 nelle dichiarazioni riportate qualche tempo fa da Sportbible, non lascia spazio a molte interpretazioni. "Lo United necessita di un nuovo centravanti, ma il nome di Haaland è complicato per quanto accaduto diversi anni fra all'Old Trafford tra suo padre e Roy Keane".

CHAMPIONS - Un rancore del passato capace di avere conseguenze sul futuro? Assolutamnte sì. Il "governatore" non ha dubbi. "Già solo per questo, la vedo difficile che Haaland possa voler andare al Manchester United". Ma ovviamente c'è anche altro: la posizione in classifica attuale dei Red Devils, che sono in lotta per un posto in Champions League ma che hanno parecchia concorrenza. "Se non dovessero giocare la Champions, di certo Haaland non ci andrà". Dunque, per avere qualche possibilità portare il talento norvegese dalle parti di Old Trafford, la missione è particolarmente complicata. Intanto, portare a casa il quarto posto impresa alquanto complicata, come ammesso dallo stesso Rangnick. E poi convincere Keane...a chiedere scusa ad Haaland senior. A occhio e croce, molto più semplice che si realizzi un miracolo sportivo e lo United riesca a centrare la qualificazione per l'Europa che conta.