calcio

Inaki a caccia del bis con il suo Athletic. “Non mi importa se Messi gioca o no, ci giochiamo un trofeo”

BILBAO, SPAIN - NOVEMBER 23: Inaki Williams of Athletic Bilbao reacts during the La Liga Santander match between Athletic Club and Real Betis at Estadio de San Mames on November 23, 2020 in Bilbao, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)

Il Bilbao e Inaki sanno come si batte il Barca. Devono solo... ripetersi.

Redazione Il Posticipo

L'Athletic Bilbao sa come si fa. Ha eliminato il Barcellona in Copa del Rey nello scorso febbraio. In Supercoppa, dopo essersi sbarazzato del Real Madrid, deve semplicemente... ripetersi. Vincere, questa volta, significherebbe alzare al cielo un trofeo. Forse per un club come il Barça la Supercoppa può essere un torneo minore, ma il concetto non vale per l'Athltic. Vincere non capita spesso da quelle parti. L'ultimo successo risale all'estate del 2015. Ed è proprio in Supercoppa. Marcelino, come riporta il Mundo Deportivo,  è ottimista. “I giocatori sono al massimo, sono carichi come cannoni, faranno di tutto per vincere".

BIS  - A proposito di chi sa come si fa, Iñaki Williams sa già cosa significa vincere una Supercoppa contro il Barça come atleta. Nonostante tutto, l'attaccante del Bilbao ha ancora impresso il sogno  di quell'agosto 2015. La possibilità di vincere questo titolo sembra emozionalro  anche più del primo. “Quel titolo è stato incredibile. Pochissime persone avrebbero puntato su di noi, ma siamo riusciti a vincere a San Mamés. Dobbiamo crederci. La fiducia muove le montagne . Siamo una squadra che ha una grandissima identità. Siamo degli amici che vogliono vincere insieme".

MESSI - L'assenza di Messi potrebbe essere anche un piccolo vantaggio. Inaki non ci pensa. "L'importante è che abbiamo la fortuna e la possibilità di vincere un titolo per il Bilbao. Non mi interessa se Messi è lì o no. Conosciamo il suo potenziale, ma il Barça ha tanti giocatori. Pensiamo solo a noi stessi, alla nostra proposta di gioco. Dobbiamo rendergli la vita molto dura e se vogliono batterci dovranno soffrire parecchio. Abbiamo la possibilità e il sogno di vincere. Dobbiamo cavalcare l'onda del successo sul Real che ha generato tantissimo entusiasmo. Poter conquistare un titolo genera grandi aspettative a Bilbao. E noi vogliamo che la città sia orgogliosa di quello che facciamo in campo e, soprattutto, che i ragazzi, la mattina dopo la partita, possano indossare la loro maglia dell'Athletic ed esserne orgogliosi".