Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

In Pakistan vogliono…clonare la Premier League: le squadre avranno gli stessi colori e gli stessi soprannomi

In Pakistan vogliono…clonare la Premier League: le squadre avranno gli stessi colori e gli stessi soprannomi

Alcune squadre del campionato inglese stanno esplorando la possibilità di creare una partnership commerciale con la Pakistani Football League, per espandere ulteriormente il brand della Premier. E come si suol dire, squadra che vince non si cambia.

Francesco Cavallini

Da che mondo è mondo, l'imitazione è la miglior forma di ammirazione. E quando non si ha abbastanza capacità per fare qualcosa di simile ma diverso, si può sempre...copiare. Sì, ma cosa? Nel calcio si può riproporre specularmente un modulo, o il modo di affrontare una partita. Oppure...un campionato. Assurdo, ma non troppo, perchè da quanto riporta il DailyMail a breve potrebbe esserci un clone della Premier League in Pakistan. Alcune squadre del campionato inglese stanno infatti esplorando la possibilità di creare una partnership commerciale con la Pakistani Football League, per espandere ulteriormente il brand della Premier nel ricchissimo ed enorme mercato asiatico. E come si suol dire, squadra che vince non si cambia.

COLORI E SOPRANNOMI - Nel vero senso della parola, perchè il quotidiano spiega che l'intenzione è quella di permettere ai team del campionato pakistano di utilizzare sia i colori che i soprannomi dei club di Premier. Ed ecco che la capitale Islamabad potrebbe ritrovarsi con dei Gunners con maglie rosse e maniche bianche, Karachi con delle Magpies a strisce bianconere e Lahore una squadra che indossa maglie blu e ha come simbolo una volpe. Tutto già visto e parecchio apprezzato, dunque perchè non replicare il concetto? Sei squadre della Premier League avrebbero già accettato di...essere clonate: una farebbe parte delle Big Six, mentre le altre sono di città con alte percentuali di abitanti con origini asiatiche.

OWEN - Il progetto dovrebbe essere lanciato tra qualche mese a Londra con un evento creato ad hoc e la Pakistani Football League ha già il suo ambasciatore di un certo livello: Michael Owen. Il Pallone d'Oro 2001 ha spiegato al tabloid che il progetto è quello di fare della Premier League un vero e proprio campionato in franchising, replicabile dovunque si abbia voglia di calcio. "Il potenziale calcistico del Pakistan è enorme e sono molto contento di aiutare a scoprire nuovi talenti in una naziona da 220 milioni di abitanti. Non vedo l'ora di promuovere il calcio tra Regno Unito e Pakistan attraverso il primo campionato in franchising della storia". Il primo passo verso un mondo in cui ogni domenica, in diversi angoli del globo, si giocheranno cloni di Liverpool-United e Arsenal-Chelsea? Probabilmente no, perchè il fattore identitario nel calcio conta moltissimo. Ma chissà che in paesi con poca tradizione l'idea non prenda piede...