Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

In Inghilterra attaccano la UEFA: “Nonostante la Champions ed Euro 2020, del coronavirus si è parlato appena due minuti”

Il Sun riporta le frasi di un insider alla riunione di martedì, che non ha toccato i problemi creati dal coronavirus, se non nelle ultime battute. La fonte citata dal tabloid spiega che al virus e alle sue conseguenze su calendari e disputa dei...

Redazione Il Posticipo

L'emergenza coronavirus sta scombussolando i calendari nazionali, ma non solo. Anche il calcio europeo è colpito, con alcuni campionati (come la Serie A) costretti a rinviare alcune partite e altri (come quello svizzero) che hanno chiuso i battenti del tutto. In Inghilterra sono molto preoccupati, con tanto di proposta di giocare il resto della stagione a porte chiuse, nel caso l'epidemia si propagasse a gran velocità anche oltremanica. Ma il Sun spiega che le preoccupazioni non sembrano poi così condivise da chi dovrebbe coordinare e prendere decisioni riguardo quello che succederà nelle coppe europee.

DUE MINUTI - Il tabloid riporta le frasi di un insider alla riunione di martedì, durata due ore ma che non ha toccato i problemi creati dal coronavirus, se non nelle ultime battute. La fonte citata dal Sun spiega che al virus e alle sue conseguenze su calendari e disputa dei match con o senza pubblico, sono stati dedicati "appena due minuti". Il resto della riunione, racconta il Sun, ha visto un dibattito sull'assegnazione delle prossime competizioni continentali, derubricando di fatto il caos creato dall'epidemia all'ultima delle preoccupazioni. Il tutto nonostante la Champions League, che vede attualmente impegnate squadre di cinque paesi, l'Europa League, con ancora più nazioni coinvolte, ed Euro 2020 e la sua formula itinerante, che toccherà 12 città del Vecchio Continente.

SITUAZIONE IMMUTATA - Il Sun spiega che il presidente Ceferin avrebbe predicato calma. Una posizione poi ribadita dai portavoce della UEFA. "Non ne abbiamo parlato molto perchè in fondo non c'è molto che possiamo farci. Siamo in contatto con le autorità, siamo nelle mani delle autorità locali. E affronteremo tutto quello che ci diranno loro o l'OMS. Dalla scorsa settimana, non è cambiato nulla, in questo momento non c'è alcun match a rischio". Qualcuno però parla della possibilità di far giocare Valencia-Atalanta e Liverpool-Atletico a porte chiuse. "Non è giusto fare speculazioni al riguardo. Dipende dalle autorità, l'UEFA si occupa di sport. La scorsa settimana lo hanno deciso le autorità italiane che la partita dell'Inter era da giocare a porte chiuse". Ma se anche in Spagna e Inghilterra dovesse accadere, o peggio ancora in caso di impossibilità di giocare, la federazione europea avrà una bella gatta da pelare...