Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

In Germania sono furiosi: l’idea è chiamare subito Rangnick o Kuntz ma non è facile…

DUESSELDORF, GERMANY - MARCH 23: Head coach of the German national team Joachim Loew looks on during a training session at Esprit-Arena on March 23, 2021 in Duesseldorf, Germany. (Photo by Lukas Schulze/Getty Images)

La sconfitta con la Macedonia del Nord può costare carissima al CT. L'opinione pubblica spinge per l'esonero immediato del CT, ma l'ultima parola spetta alla federazione.

Redazione Il Posticipo

La Germania sembrava essersi ripresa, calcisticamente parlando, dopo il clamoroso 0-6 subito dalla Spagna. Invece è ricaduta e si è fatta malissimo contro la Macedonia del Nord. Il commissario tecnico Joachim Löw, nonostante l'addio già annunciato al termine dell'Europeo, rischia, secondo quanto riportato dalla Bild, di non giocarsi neanche l'ultimo grande torneo internazionale.

FINITA - La sconfitta ha evidentemente lasciato il segno. Anche perché i tedeschi hanno ottima memoria e pochissima considerazione dell'attuale CT. La vittoria dei mondiali 2014 è ormai un ricordo, soppiantato da tre figuracce storiche. L'eliminazione dal Mondiale del 2018 al primo turno in un girone non certo impossibile con Svezia, Messico, Corea del Sud chiuso all'ultimo posto. In Nations League è andata anche peggio. Germania retrocessa in Lega B e poi ripescata dalla nuova formula. Occasione sprecata con la peggiore sconfitta della storia del calcio tedesco da dal 1931.

RANGNICK - Che sia addio, è noto. Il quando, però, torna ad essere motivo di discussione. E come riportato in Germania dalla Bild il rischio è che la figuraccia rimediata contro la Macedonia del Nord possa costare immediatamente il posto. Sul CT pesano diversi capi d'accusa:  la discontinuità di rendimento e la scelta dei convocati. Quanto basta per  lasciare immediatamente il suo incarico. Il quotidiano ha invitato la Federazione a non mettere in pericolo il Campionato Europeo, spingendo per anticipare i tempi. Sottolineando come Ralf Rangnick e l'allenatore Under 21 Stefan Kuntz siano entrambi disponibili.

FEDERAZIONE - L'ultima parola, ovviamente, spetta alla Federazione chiamata a prendere una decisione assai complicata. Per qualsiasi tecnico accettare subito la panchina tedesca è complicato. Anche per una mera questione di opportunità. Qualora Löw lasciasse in anticipo l'incarico, sarebbe comunque complicato trovare un successore disposto a correre il rischio di una nuova figuraccia. La Germania non ha un cammino semplice a Euro 2020. Inserita nel girone di ferro con Francia e Portogallo, rischia una nuova debacle. Non è utopico che la squadra vista contro la Macedonia possa immediatamente salutare la competizione. L'unica avversaria in questo momento alla portata è l'Ungheria. Quanto basta, per suggerire al prossimo CT della Germania di lasciare che la storia faccia, nel bene o nel male, il proprio corso...

Potresti esserti perso