Immobile, nessun dubbio: è gol perché non si può parlare di autorete

Immobile, nessun dubbio: è gol perché non si può parlare di autorete

Immobile scherza a fine partita sulla rete che ha permesso alla Lazio di centrare la decima vittoria e all’attaccante di toccare quota 20 in campionato. Non è autogol. Il regolamento parla chiaro.

di Redazione Il Posticipo

Una gol che vale cifre tonde. La rete di Immobile porta a 10 le vittorie consecutive e porta l’attaccante biancoceleste a 20 reti. L’ 1-0 della Lazio ha lasciato molti “fantagiocatori” con il fiato sospeso, complice la particolarità dell’azione che ha portato al gol del vantaggio dei padroni di casa.

FANTACALCIO – Lo stesso Immobile, ai microfoni di Sky Sport, ci ha scherzato su. “Il gol è mio non facciamo arrabbiare chi gioca al fantacalcio”. I dubbi, del resto, erano pochissimi e sono stati sciolti già prima del fischio finale del match. Il gol è di Immobile. Secondo il regolamento, infatti, è considerato autogol quando un giocatore calcia direttamente il pallone verso la propria porta. Non è il caso dell’intervento di Di Lorenzo. La dinamica dell’azione aiuta: non vi è un retropassaggio sbagliato, né un rinvio errato. C’è il tentativo voluto di allontanare il pallone, ma in questo caso è necessario ci sia la partecipazione di un difendente. Se ci fosse stato Ospina in porta, invece, sarebbe stato autogol.

TIRO  – Immobile, fra l’altro, ha voluto e cercato il gol e la traiettoria, percepibile da tutte le angolazioni, non lascia molto spazio alle interpretazioni. Il pallone sarebbe destinato verso la porta avversaria. Di Lorenzo “spazza” in modo goffo una palla comunque destinata verso la porta. Dunque + 3 per i fantallenatori che hanno schierato Immobile, + 3 per la Lazio. E… zero per il Napoli che continua a incappare in errori. Le ultime tre reti, di fatto, sono tutte dei… saldi di stagione.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy