Il “virus FIFA” colpisce anche il Napoli: paura per Lozano, il Chucky lascia il campo in barella

Il “virus FIFA” colpisce anche il Napoli: paura per Lozano, il Chucky lascia il campo in barella

All’ultimo momento possibile, il cosiddetto “virus FIFA” colpisce anche il Napoli. La settimana di stop per le partite internazionali aveva già regalato più di qualche grattacapo ad altre big del nostro campionato e stavolta tocca ad Ancelotti spaventarsi per le condizioni di un suo calciatore.

di Redazione Il Posticipo

All’ultimo momento possibile, il cosiddetto “virus FIFA” colpisce anche il Napoli. La settimana di stop ai campionati per le partite internazionali aveva già regalato più di qualche grattacapo ad altre big del nostro campionato e non solo. Sanchez infortunato con il Cile, D’Ambrosio con l’Italia, Zapata con la Colombia, ma anche De Gea, che potrebbe saltare Manchester United-Liverpool e Modric, con il Real che conferma l’infortunio del Pallone d’Oro. E alla fine tocca anche al Chucky Lozano, che esce malconcio dal match del suo Messico contro Panama. Il calciatore del Napoli, come spiega Goal, è stato portato fuori dal campo in barella.

CAVIGLIA – Il problema per l’attaccante partenopeo è localizzato alla caviglia destra. La sua partita è durata 65 minuti, fino a quando l’attaccante di Ancelotti, mentre tentava di incunearsi all’interno dell’area avversaria, è stato contrastato da Ayarza ed Escobar ed è rimasto a terra per diversi minuti. Visto il dolore e anche considerando che il messicano è stato parecchio bersagliato dai tackle avversari, è arrivata la sostituzione e per precauzione il giocatore è stato trasportato in barella per evitare di poggiare la caviglia e peggiorare eventualmente l’entità dell’infortunio. Al suo posto nel tridente messicano è entrato Macias e la partita di Nations League è finita 3-1 per il Tricolor.

PREOCCUPAZIONE – Resta però la preoccupazione per Lozano, che rientra a Napoli certamente non al massimo della forma e che dovrà sottoporsi agli esami strumentali per valutare l’entità del danno ricevuto. Il CT del Messico Tata Martino è stato abbastanza ottimista: “Credo che sia solo un colpo alla caviglia che va ad aggiungersi ad un colpo che aveva già ricevuto. Mi auguro che non sia nulla di più”. Ma il fatto che Lozano abbia abbandonato lo stadio zoppicando in maniera abbastanza vistosa, spiega Goal, fa pensare che quella caviglia dovrà essere vista per bene prima di rischiare di schierarlo…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy