Il “Vichingo” Bjarnason al Brescia, ma l’annuncio è slittato perché…Cellino è scaramantico

Il “Vichingo” Bjarnason al Brescia, ma l’annuncio è slittato perché…Cellino è scaramantico

Il centrocampista islandese torna in Italia dopo le esperienze al Pescara e alla Sampdoria e si mette in gioco col Brescia di Massimo Cellino. Il presidentissimo però ha preso tempo prima di dare l’annuncio perché un giorno in particolare non gli piaceva affatto…

di Redazione Il Posticipo

Un colpo importante, un affare di quelli che possono spostare gli equilibri in chiave salvezza. Il Brescia di Massimo Cellino non molla in vista della volata per non retrocedere, che vede coinvolto il club neopromosso insieme ad almeno altre tre squadre (Lecce, Genoa e Spal). Dopo l’arrivo di Mario Balotelli e di Alessandro Matri la scorsa estate, il club lombardo ha messo a segno un colpo per il centrocampo: le Rondinelle si sono assicurate il loro “Vichingo”.

SAMP E PESCARA – Secondo quanto riportato dal sito della Lega Serie A, il Brescia ha depositato il contratto di Birkir Bjarnason: il calciatore islandese classe 1988 arriva a titolo definitivo dall’Al Arabi e torna in Serie A dopo le esperienze con le maglie di Sampdoria e Pescara. Conclusa l’avventura in Italia, nell’estate 2015 si è accordato col Basilea dove è rimasto fino al gennaio 2017 quando è passato all’Aston Villa in Championship lasciata poi per il Qatar. Il “Vighingo” è tornato nel grande calcio, ma ha dovuto aspettare perché il suo trasferimento fosse ufficiale.

SCARAMANZIA – Le Rondinelle abbracciano il nuovo acquisto Bjarnason… ma lo fanno con un giorno di ritardo! Secondo quanto riportato da Zon, Massimo Cellino ha voluto annunciare oggi il suo nuovo acquisto anziché venerdì 17 essendo un uomo particolarmente scaramantico. Non è la prima volta che il presidente fa parlare di sé in questo senso: a Cagliari aveva fatto rinominare il seggiolino numero 17 del Sant’Elia come 16 bis, al Leeds aveva licenziato il portiere Peddy Kenny perché nato il giorno 17 come riportato dal The Guardian. Cellino è rimasto lo stesso di sempre anche oggi che guida il Brescia e sogna la salvezza e di avere soprattutto la fortuna dalla sua parte. E, già che c’è, anche un Vichingo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy