Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il trucchetto vincente del Getafe: gli spagnoli battono l’Ajax…giocando meno di metà partita!

Il segreto di una piccola squadra sta nel conoscere a fondo le proprie capacità e giudicare bene quelle di un avversario parecchio più forte. E il Getafe ha capito una cosa: più durava la partita di Europa League con l'Ajax, più gli olandesi...

Redazione Il Posticipo

Il segreto di una piccola squadra sta nel conoscere a fondo le proprie capacità e giudicare bene quelle di un avversario parecchio più forte. Certo, spesso i valori tecnici comunque fanno la differenza, ma non è detto che un match ben organizzato non si trasformi in una vittoria storica. Quella del Getafe contro l'Ajax nei sedicesimi di Europa League, in fondo, può essere considerata tale. Gli spagnoli stanno facendo benissimo in Liga e non smettono di sorprendere neanche nelle coppe. Ma da qui a battere nettamente l'Ajax, semifinalista della scorsa Champions, comunque ce ne passa. Eppure è accaduto...grazie a un piccolo trucchetto.

42:36 - La vecchia, cara e forse non troppo apprezzabile perdita di tempo. Del resto, il ragionamento fila. L'Ajax è più forte e con il pallone tra i piedi può far male. Dunque, meglio minimizzare le occasioni in cui il controllo ce l'hanno gli olandesi. E già che c'erano, gli uomini di Bordalás hanno anche evitato di avercelo troppo spesso loro. Logico. Se il pallone non è in gioco, non può succedere nulla, nè di positivo ma neanche di negativo. E quindi, spiegano i dati Opta, la partita tra Getafe e Ajax diventa la seconda con minor tempo di gioco effettivo della storia dell'Europa League. Il match si è giocato davvero per appena 42 minuti e 36 secondi.

TRAPPOLE - Gli spagnoli hanno trovato il vantaggio al minuto 38 e da lì in poi hanno giocato con il cronometro. A volte in maniera esagerata, come ha fatto notare Babel imitando Nyom, che ha simulato e si è accasciato a terra come se gli avessero sparato dalle tribune. Ma alla fine lo scherzetto ha funzionato. Non solo l'Ajax non ha praticamente mai tirato in porta, ma a partita ormai quasi finita il Getafe ha anche raddoppiato, ponendo una seria ipoteca al passaggio del turno. Anche Ten Hag, in qualche maniera, rende omaggio alla creatività degli avversari: "Siamo caduti in molte delle loro trappole". Cruijff e l'Olanda degli anni Settanta non avrebbero apprezzato. Ma il tabellino...parla chiaro.