Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ancelotti a caccia di vendette: dopo il PSG trema il Chelsea. E poi c’è il Bayern…

BARCELONA, SPAIN - OCTOBER 03: Carlo Ancelotti, Head Coach of Real Madrid looks on prior to the La Liga Santander match between RCD Espanyol and Real Madrid CF at RCDE Stadium on October 03, 2021 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

Quella tra Real Madrid e Chelsea è una partita che non potrà non essere speciale per Carlo Ancelotti. Il tecnico di Reggiolo è infatti stato allenatore dei Blues. E il sorteggio non promette bene per i londinesi, visto quanto accaduto al PSG...

Redazione Il Posticipo

Se l'incrocio tra il Manchester City di Pep Guardiola e l'Atletico Madrid del Cholo Simeone è stato uno scontro di filosofie calcistiche, il match più stuzzicante dal punto di vista dello spettacolo è quello tra il Chelsea campione in carica e il Real Madrid. Una partita che non potrà non essere speciale per Carlo Ancelotti. Il tecnico di Reggiolo è infatti stato allenatore dei Blues subito dopo l'esperienza al Milan. E il recente passato non promette bene per i londinesi.

PSG - Perché? Beh, è piuttosto semplice. L'urna, negli ottavi di finale, ha già messo di fronte Re Carlo a una delle sue...tante ex, il Paris Saint-Germain. L'anno e mezzo al Parco dei Principi, successivo a quelli a Stamford Bridge, non è stato del tutto positivo per il tecnico, che nella prima stagione è arrivato secondo dietro il Montpellier di Giroud e che l'anno successivo ha sì vinto il titolo di Francia, ma è stato eliminato dalla Champions League ai quarti dal Barcellona. Abbastanza per decidere, di comune accordo con la dirigenza, di chiudere l'esperienza senza troppi rimpianti. Ora però a Parigi molti grandi ex si pentono della decisione, soprattutto dopo che Ancelotti si è preso la sua vendetta eliminando il PSG agli ottavi con una remuntada.

CHELSEA - E adesso... tocca al Chelsea. Anche a Londra non è che le cose siano andate poi troppo bene in ambito europeo. Ancelotti arrivava dopo Mourinho e dopo gli intermezzi di Grant, Scolari e Hiddink, ma pur vincendo la Premier non ha mai conquistato del tutto né la dirigenza né i tifosi, ancora troppo affascinati dall'eredità dello Special One. E neanche il double centrato nella stagione 2009/10 (quando è stato estromesso dalla Champions proprio da Mourinho) non è bastato a far innamorare il Chelsea del tecnico di Reggiolo, che al termine della sua seconda annata viene esonerato. Una storia che ora fa parecchia paura, vista la vendetta già avuta nei confronti del PSG. E chissà che dall'altra parte del tabellone qualcuno non sia altrettanto inquieto nell'osservare il percorso del Real Madrid, terrorizzato dall'idea di potersi ritrovare in finale il Real di Ancelotti: una non certo a  caso? Il Bayern Monaco.