Il sorriso è importante: giocatore dello Schalke messo fuori squadra…per colpa del dentista

Il sorriso è importante: giocatore dello Schalke messo fuori squadra…per colpa del dentista

Lo Schalke ha spedito il promettente Mendyl, terzino ventunenne, nella squadra riserve. Cosa ha combinato per farsi punire in questa maniera? Evidentemente non è in grado di rispettare i propri appuntamenti. Soprattutto quelli…dal dentista.

di Redazione Il Posticipo

Come trattare un ragazzo di talento, ma poco disciplinato? Un metodo molto utilizzato è quello di spedire il giovane esuberante nella squadra riserve. Dopo aver fatto esperienza in prima squadra, un giretto con le seconde linee non può fare altro che far capire al calciatore che il percorso verso la titolarità, o almeno la presenza costante nella rosa, non è troppo scontata. Devono averla decisamente pensato così allo Schalke 04, visto che il marocchino Mendyl, acquistato in questa stagione dal Lille, ha fatto esattamente questo percorso. Il tecnico Hubb Stevens ha deciso infatti di rispedirlo tra le riserve per comportamenti inadeguati.

DENTISTA – Cosa ha combinato il terzino destro per farsi punire in questa maniera? Il Bild parla di “atteggiamenti indisciplinati”. Non si è presentato all’allenament0? Ha litigato con qualche compagno di squadra? Non ha rispettato qualcuno dello staff? Niente di tutto questo, ma evidentemente il ventunenne non è in grado di rispettare i propri appuntamenti. Soprattutto quelli…dal dentista. Strano ma vero, l’errore di Mendyl è proprio questo: aver saltato senza avvertire una serie di visite fissate con lo specialista. Il che ha convinto che se il giovane talento non è in grado di gestire la propria agenda, forse una lavata di testa potrebbe servire.

SECONDA OCCASIONE – E al suo posto, proprio dalla squadra riserve, è arrivato il terzino Carls che prenderà il suo posto, mentre il marocchino riflette sull’incapacità di ricordarsi degli impegni presi. Stevens, come riporta il Sun, ha spiegato che non ci saranno altre punizioni, ma che spera che la questione possa aiutare Mendyl a diventare un professionista migliore. “Le porte della prima squadra si possono aprire di nuovo per lui. Ognuno merita un’altra occasione”. Intanto però, tra un allenamento e l’altro con le riserve, forse sarà il caso di andarci dal dentista, visto che dalle parti di Gelsenkirchen sembrano tenerci davvero tanto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy