Il sogno di Sergio Ramos: il collezionista di trofei…vuole andare alle Olimpiadi!

Il sogno di Sergio Ramos: il collezionista di trofei…vuole andare alle Olimpiadi!

Lo spagnolo, tra Real Madrid e nazionale, ha vinto davvero tutto quello che si poteva vincere. Dunque, spazi vuoti in bacheca non ce ne sono. O forse sì. Magari lo spazio per una medaglia d’oro a cinque cerchi si trova…

di Redazione Il Posticipo

Il collezionista di trofei. Dovendo trovare un titolo alla carriera di Sergio Ramos, sarebbe perfetto. Del resto lo spagnolo, tra Real Madrid e nazionale, ha vinto davvero tutto quello che si poteva vincere. Liga, Copa del Rey, Champions League. E poi Europei e Mondiali. A voler cercare il pelo nell’uovo mancherebbe l’Europa League, ma il Siviglia non aveva ancora deciso di vincerne a raffica quando il difensore era in Andalusia. E con i Blancos, beh, basta pensare che in quindici stagioni…non l’ha mai neanche giocata. Dunque, spazi vuoti in bacheca non ce ne sono. O forse sì. Magari lo spazio per una medaglia d’oro a cinque cerchi si trova…

FUORI QUOTA – E quindi, come riporta El Mundo, il Gran Capitan ha un’idea. Un’idea che gli costerà tutta l’estate 2020 e che forse farà anche arrabbiare il Real Madrid. Ma si sa, quando Sergio Ramos si mette in testa una cosa, difficile convincerlo del contrario. Il sogno del difensore dei Blancos si chiama Tokyo 2020. Il torneo di calcio, che è riservato alle Under-23 ma che permette di convocare anche dei fuori quota. A 33 anni suonati Ramos sarebbe parecchio fuori quota, ma per godersi un’Olimpiade questo e altro. Del resto, la sua esperienza potrebbe dare ancora qualcosa in più a una squadra che, come hanno dimostrato gli ultimi europei Under-21, sarebbe già fortissima.

E GLI EUROPEI? – A proposito di Europei, la decisione di Ramos rischia però di creare attriti con il Real Madrid. Nel caso il difensore volasse davvero in Giappone con i ragazzi, questo significherebbe un’estate pienissima per il calciatore. Che dal 12 giugno sarà già sicuramente impegnato con Euro 2020, con la federazione che spera di dover trattenere i suoi fino al 12 luglio, quando è prevista la finalissima. Giusto il tempo per riposarsi una settimana e poi raggiungere i compagni in Giappone, con il torneo olimpico che inizia due giorni prima dell’inaugurazione (che ci sarà il 24 luglio) e termina l’8 agosto. Quando la Liga sarà partita…o quasi. Un problema che Ramos dovrà affrontare con il club. Ma si può davvero dire di no al Gran Capitan?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy