Il Sassuolo celebra Raspadori, l’erede di Berardi: “Ne abbiamo fatta di strada insieme…”

Il Sassuolo celebra Raspadori, l’erede di Berardi: “Ne abbiamo fatta di strada insieme…”

Il club celebra il suo giovane calciatore con un post su Instagram, sottolineando che si tratta del primo giocatore del Sassuolo a segnare al suo esordio da titolare in assoluto in Serie A. Non una soddisfazione da poco, soprattutto se si considera che Raspadori è…fatto in casa, nel vero senso della parola

di Redazione Il Posticipo

Chiunque qualche anno fa storceva il naso di fronte al Sassuolo per la sua ascesa grazie all’impegno della famiglia Squinzi, ora deve ricredersi. I neroverdi sono ormai una presenza fissa in Serie A, hanno un seguito importante di tifosi e soprattutto continuano a fare molto bene. Hanno lanciato calciatori che sono diventati importanti in squadre di vertice, allenatori destinati a fare molto bene (basterebbe pensare a Max Allegri e a De Zerbi) e adesso cominciano anche a vedere i frutti di un lavoro iniziato ben prima dell’arrivo nella massima serie. Il gol di Giacomo Raspadori nella vittoria della Lazio, da questo punto di vista, è particolarmente importante.

PRIMATO – Il club celebra il suo giovane calciatore con un post su Instagram, sottolineando che si tratta del primo giocatore del Sassuolo a segnare al suo esordio da titolare in assoluto in Serie A. Non una soddisfazione da poco, soprattutto se si considera che Raspadori è…fatto in casa, nel vero senso della parola. L’attaccante di De Zerbi è nato a Bentivoglio, provincia di Bologna, nel 2000, ma è dal 2009 che fa parte del vivaio del Sassuolo. Pian piano si è fatto spazio nella trafila delle giovanili, ma anche in quella delle nazionali di categoria. E ora è arrivato l’esordio, con tanto di rete fondamentale per il successo esterno contro la Lazio. Un po’ come Berardi, che però è arrivato in Emilia già a quattordici anni, esordendo poi in neroverde a 16.

BOTTA E RISPOSTA – Per una società che è diventata “grande” relativamente da poco, una bella storia. E lo stesso Sassuolo non può che sottolinearlo, con una foto di qualche anno fa dell’attaccante e la didascalia “ne abbiamo fatta di strada insieme”. Arriva a stretto giro di posta anche la conferma di Raspadori, che risponde con cuori neroverdi: “Dal primo giorno con la stessa passione insieme”. L’ennesima dimostrazione della bontà del progetto Sassuolo, che attraverso una programmazione continua è riuscito prima a raggiungere i massimi livelli del calcio italiano, poi a confermarsi nel tempo. E se adesso comincia anche a sfornare parecchi talenti dal vivaio…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy