Il saluto di Diallo all’Atalanta: “Qui sono diventato uomo, sei anni di crescita, di sfide, di felicità e di amore”

Quando a 18 anni bussa il Manchester United, difficile dire di no. E quindi Amad Diallo, classe 2002, lascia Bergamo dopo sei anni per approdare al Teatro dei Sogni. Ma è impossibile dimenticare tutto quello che l’Atalanta ha fatto per lui, come si evince dal messaggio di saluti che affida al suo profilo Instagram.

di Redazione Il Posticipo

Arrivare giovanissimi a Zingonia come diamanti grezzi e andarsene da calciatori di livello internazionale. Una binario che molti hanno seguito in questi anni, grazie alla bontà del lavoro dell’Atalanta nello scovare promesse del pallone e aiutarle a crescere, dal punto di vista tecnico e umano. Nessuno però finora aveva fatto un così grande salto al di fuori della Serie A. Quando a 18 anni bussa il Manchester United, che è disposto a spendere quaranta milioni, tra parte fissa e bonus, difficile dire di no. E quindi Amad Diallo, classe 2002, lascia Bergamo dopo sei anni per approdare al Teatro dei Sogni, con Solskjaer che ha già spiegato di avere piani importanti per lui.

AMORE – Eppure si parla di un ragazzo appena maggiorenne, che nella società nerazzurra è cresciuto e si è affermato. Dunque, impossibile dimenticare tutto quello che il club ha fatto per lui, come si evince dal messaggio di saluti che Diallo affida al suo profilo Instagram. Una vera e propria lettera d’amore alla squadra che gli ha permesso di realizzare un sogno, quello di diventare un calciatore del Manchester United. Un qualcosa che forse, senza passare per Zingonia, non sarebbe stato possibile. E quindi la commozione è tanta… “Cara Atalanta, è arrivato il momento dei saluti. Sono stati sei anni straordinari, sei anni di crescita, sei anni di sfide, ma soprattutto sei anni di felicità e amore”.

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

ARRIVEDERCI – Crescita calcistica, ma soprattutto umana. Un percorso comune a tante altre giovani promesse, di cui l’Atalanta è sempre particolarmente fiera. E Diallo non nasconde l’importanza del club nel suo sviluppo. “Qui sono diventato un uomo, mi avete dato tutto quello che desideravo e sono più che fiero di aver giocato nell’Atalanta. Avrai per sempre un posto speciale nel mio cuore, ovunque vada sarai sempre con me. Per ora e per sempre, forza Atalanta. Arrivederci”. Già, perchè è possibile che le strade dell’ivoriano e della Dea si incrocino di nuovo. Magari non quest’anno, perchè i nerazzurri sono agli ottavi di Champions League mentre i Red Devils sono precipitati in Europa League. Ma le strade del pallone sono infinite. E chissà, prima o poi, Diallo potrebbe tornare a Bergamo a salutare…una vecchia amica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy