Il sabato speciale di Mané: prima segna, poi pulisce i bagni in moschea

Il sabato speciale di Mané: prima segna, poi pulisce i bagni in moschea

Che Sadio Mané fosse un ragazzo umile, che non ha mai dimenticato le proprie origini, è abbastanza risaputo. E questo suo modo di essere, abbastanza al di fuori dallo schema del calciatore moderno, è confermato da un incredibile video che circola da qualche ora sui social network.

di Redazione Il Posticipo

Che Sadio Mané fosse un ragazzo umile, che non ha mai dimenticato le proprie origini, è abbastanza risaputo. Basterebbe pensare a quando, prima della finalissima di Kiev, ha spedito centinaia di maglie del Liverpool nel suo villaggio natale, in modo che tutti potessero tifare per lui durante la serata più importante della sua carriera. E questo suo modo di essere, abbastanza al di fuori dallo schema del calciatore moderno, è confermato da un incredibile video che circola da qualche ora sui social network. Le immagini mostrano l’attaccante del Liverpool alle prese con una situazione abbastanza particolare: la pulizia di un bagno.

MOSCHEA – Il bagno è quello della moschea di Al-Rahma a Mulgrave Street, Liverpool, che secondo il Sun il senegalese frequenta abitualmente. E come ogni membro della sua comunità, Mané dà una mano all’interno del luogo di culto e stavolta…gli sono toccati i servizi igienici. Una scena molto particolare quella che vede un calciatore con un contratto da quasi centomila euro a settimana svolgere in un luogo pubblico un compito che molti suoi colleghi non prendono in considerazione neanche dentro casa propria. Il video è ovviamente diventato virale e ha ricevuto moltissime visualizzazioni e chissà quante condivisioni su Whatsapp. Arriva dunque per il giocatore del Liverpool…il secondo successo della giornata.

PRIMA IL GOL, POI LE PULIZIE – Già, perchè il video è successivo solamente di qualche ora rispetto alla partita vinta dal Liverpool contro il Leicester. Partita che, tra le altre cose, non si è giocata ad Anfield, ma al King Power Stadium. Quindi Mané ha giocato, segnando anche uno dei due gol per la squadra di Klopp, è tornato in città con il resto della squadra e ha fatto un salto alla Moschea a serata già inoltrata. E, tra una preghiera e l’altra, ha anche trovato il tempo di dare una pulita al bagno, con l’aiuto di un bambino con cui l’attaccante del Liverpool si diverte anche a scherzare. Una scena che dimostra come la civiltà e l’umiltà dei tifosi del Senegal, che ai mondiali hanno aiutato a pulire gli stadi dove ha giocato la loro nazionale, sia condivisa anche da uno dei calciatori più rappresentativi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy