Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il ritorno di Götze: “Ora sto bene, riesco a giocare quasi tutte le partite. In estate il Bayern mi ha proposto di tornare…”

(Photo by Matthias Hangst/Getty Images)

Sentirsi finiti, o quasi, a ventotto anni, quando a ventidue si era in cima al mondo. Strana la storia di Götze, che nell'estate 2014 regalava alla Germania il mondiale in terra brasiliana, ma che nel 2020 era quasi finito nel dimenticatoio. Ora...

Redazione Il Posticipo

Sentirsi finiti, o quasi, a ventotto anni, quando a ventidue si era in cima al mondo. Strana la storia di Mario Götze, che nell'estate 2014 con il suo gol all'Argentina regalava alla Germania il mondiale in terra brasiliana, ma che nel 2020 era quasi finito nel dimenticatoio. Per lui, dopo un'esperienza non proprio brillante al Bayern Monaco a causa di un problema di salute davvero fastidioso, c'era stato un triste ritorno al "suo" Borussia Dortmund, dove però le cose non erano andate meglio. Al punto che alla fine della scorsa stagione c'è stato l'addio, con la necessità per il tedesco di reinventarsi. Detto, fatto, perchè Götze ha scelto il PSV e ora, come spiega alla Bild, le cose vanno molto bene.

BAYERN - “La mia forma si capisce chiaramente da quanto sto giocando. A gennaio eravamo a due, ora siamo a nove e sento di poter arrivare a dieci. Da una parte è perchè sto giocando praticamente tutte le partite, dall'altra perchè stiamo facendo bene in tutte le competizioni. E questa combinazione mi fa davvero sentire bene". Dunque, la scelta dell'Eredivisie si sta rivelando quella migliore per la carriera del tedesco. Che però ha avuto anche un'offerta difficile da rifiutare: quella dei campioni d'Europa. “In estate ho parlato con il Bayern in maniera molto aperta del mio futuro e loro mi hanno detto quali erano i loro piani. Mi hanno spiegato che hanno un'alta opinione di me, sia come calciatore che come persona, e che quindi mi avrebbero ripreso volentieri".

FUTURO - Alla fine però non se n'è fatto nulla, nonostante ci sia una evidente stima tra Götze e il tecnico del Bayern... “Flick è una persona che si impegna molto, come sto facendo io al PSV, e sta facendo un ottimo lavoro. È un allenatore eccellente. Prendere una squadra a metà stagione e guidarla al Triplete è una cosa impressionante". Il presente è in Olanda, ma il futuro potrebbe essere di nuovo a casa, in Germania. “Non voglio escludere la possibilità di un ritorno in Bundesliga, è un'opzione che per me è possibile. Ma ora sono a Eindhoven e sono totalmente concentrato sui nostri obiettivi". E visto come sono andati gli anni post-mondiale, per Götze la vittoria più importante è già arrivata.