Il ritorno…della stella cadente: Arda Turan va in gol a quasi mille giorni dall’ultima volta

Dopo quasi mille giorni, arriva il ritorno…di una stella cadente. Impossibile non tale Arda Turan, considerando che cinque anni fa era ritenuto uno dei calciatori più importanti del panorama europeo. Poi la sua carriera ha subito parecchie battute d’arresto. Ma ora il ritorno al “suo” Galatasaray sembra avergli fatto bene…

di Redazione Il Posticipo

Dopo quasi mille giorni, arriva il ritorno…di una stella cadente. Impossibile non tale Arda Turan, considerando che cinque anni fa era ritenuto uno dei calciatori più importanti del panorama europeo. All’Atletico Madrid, sotto lo sguardo attento di Simeone, si era messo in luce con prestazioni superlative. Un calciatore completo, perfetto in fase offensiva e utilissimo anche quando c’era da recuperare il pallone. Nessuno si era dunque troppo sorpreso quando nel 2015 il Barcellona, pur avendo il blocco del mercato, lo aveva prelevato dall’Atletico Madrid. E tale era la voglia del turco di brillare al Camp Nou che il centrocampista è rimasto fermo per metà stagione, attendendo con fiducia che il club catalano potesse tesserarlo. Poi però le cose non sono decisamente andate come si pensava. Per lui appena due stagioni intere al Barça, per il non indimenticabile score di 55 presenze e 15 gol.

DALLE STALLE… – L’addio di Luis Enrique, suo principale sponsor, lo trasforma in un indesiderato. Valverde lo mette fuori rosa e Arda a gennaio 2018 decide di accettare l’offerta dell’Istanbul Basaksehir, il club turco considerato la squadra del suo amico Erdogan. Ma anche il ritorno in patria non è trionfale, anzi. Con la maglia arancione gioca pochino, anche perchè rimedia una mega squalifica per aver spinto il guardalinee dopo una decisione non condivisa. Nel frattempo riesce anche a farsi condannare a 2 anni, 8 mesi e 15 giorni di reclusione per detenzione illegale d’arma da fuoco e per aver sparato in un ospedale dopo una rissa. A gennaio 2020 il ritorno a Barcellona a fine prestito, nell’indifferenza generale e senza ovviamente trovare posto in blaugrana. E poi i saluti, con l’impressione che ad appena 33 anni la stella di Arda Turan fosse ormai caduta senza rimedio…

…ALLE STELLE? – Ma ci ha pensato il “suo” Galatasaray a farlo tornare a brillare. Il turco ha infatti realizzato una delle reti con cui i giallorossi hanno battuto il Sivasspor. Un’emozione, quella del gol, che Arda Turan forse aveva dimenticato. L’ultima marcatura dell’ex Barça era infatti datata 20 aprile 2018, quando indossava la maglia del Basaksehir e aveva punito il Kayserispor. Un bel salto nel passato, anche più lungo se si pensa a quanti anni era che Arda non segnava con la maglia del Galatasaray. I giorni in questo caso, come riporta Sport.es, sono 3492, considerando che l’ultimo gol in giallorosso è datato sempre aprile, sì, ma del 2011. Che possa essere l’anteprima di un grande ritorno? Chissà. Intanto la stella, anche se per un attimo, ha smesso di cadere

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy