Il rimpianto di Pochettino: “Messi era quasi dell’Espanyol, poi è arrivata la Juventus…”

La storia del calcio (catalano e non) poteva cambiare? Sì, se il Barcellona non avesse affrontato la Juventus nel Trofeo Gamper 2005. Quell’estate, Messi poteva lasciare il Camp Nou per trasferirsi dai…cugini. Ma sappiamo tutti come è finita…

di Redazione Il Posticipo

Leo Messi come Francesco Totti. E no, il numero 10 sulle spalle e l’aver trascorso (finora) tutta la carriera con la stessa maglia non c’entrano. O almeno, non troppo. Grazie al racconto di Mauricio Pochettino, riportato dal Guardian, il mondo del calcio scopre un’altra similitudine tra la Pulce e il Pupone. Entrambi hanno rischiato di vedere la loro storia calcistica totalmente cambiata, ma alla fine gli dei del pallone hanno fatto sì che diventassero quelli che conosciamo. Come? Attraverso un torneo estivo. Per Totti fu fondamentale un triangolare con Ajax e Borussia Moenchengladbach, che doveva servire ad osservare meglio Litmanen. Per Messi invece c’è lo zampino…di Capello.

TROFEO GAMPER – Pochettino spiega infatti che nel 2005 un Messi ancora giovanissimo poteva cambiare sponda, rimanendo a Barcellona, ma passando all’Espanyol. “Mi ricordo che l’ho sentito nominare per la prima volta quando giocavo all’Espanyol. Si parlava di questo piccoletto che veniva dalle giovanili del Barcellona. E poi seppi che c’era stata la concreta possibilità che l’Espanyol lo acquistasse nella stagione in cui il Barça ha giocato il Trofeo Gamper contro la Juventus di Capello. Ricordo benissimo quell’estate“. Estate in cui, insiste Pochettino, i blaugrana erano disposti a privarsi della Pulce, vista la presenza in squadra di Ronaldinho e di Eto’o. Ma poi…

RIMPIANTO – “Ma visto che in quell’amichevole Messi è stato straordinario, al Barcellona hanno cambiato idea e se lo sono tenuto”. Con ottimi risultati, verrebbe da dire. E non certo per la gioia di Pochettino, che ora si ritrova il suo connazionale di fronte nella partita di Champions tra il suo Tottenham e i catalani. Qualche rimpianto? Beh, forse sì… “Quindi riguardando indietro alla storia, se non avesse giocato il Trofeo Gamper quell’estate, forse oggi Messi sarebbe la stella dell’Espanyol. E l’Espanyol….sarebbe il Barcellona! E chissà, forse io sarei ancora lì ad allenare Messi…“. Ma purtroppo per lui, il tecnico dovrà pensare a come fermarlo. Tutta colpa…della Juventus!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy