Il Real non segna, ma i numeri sostengono la causa di Zidane

I blancos arrivano facilmente alla conclusione, ma non concretizzano. E Zizou non può scendere in campo.

di Redazione Il Posticipo

Real Madrid in blancos, ma non è solo colpa di Zidane. I numeri spezzano una lancia a favore del tecnico francese. I Campioni di Spagna hanno le polveri bagnate. E Zizou non può scendere in campo a far gol. La lettura delle statistiche legate alla sfida con lo Shakhtar testimoniano quanto sia complicato trovare la via del gol. Contro gli ucraini, la squadra di Zidane ha calciato 15 volte verso la porta. Agli avversari, invece sono stati sufficienti meno della metà dei tiri effettuati: sette. Per segnare due gol.

MANCANZA – Le difficoltà realizzative del Real affondano le radici, secondo uno studio effettuato dal Mundo Deportivo, nella mancanza di un uomo capace di prendere in mano la squadra e segnare con continuità. Di solito, in questi casi, si scomoda Ronaldo. E in effetti, da quando il portoghese ha lasciato Madrid, la produzione offensiva è crollata. La squadra segna 1,7 gol in media a partita, Nel 2018, ultima stagione con CR7 era a 2,39. Media andata scemando negli anni:  2,07 nel 2018-19; 1,92 nel 2019-20.

CECCHINO – Analizzando i numeri, il Real è privo del cecchino d’area di rigore. E nessuno è riuscito a prendere il posto di CR7. Del resto, per personalità ed efficacia era quasi impossibile. I dati parlano chiaro. Il Real riesce ad arrivare anche con un certa facilità al tiro, ma il problema non è calciare in porta. Piuttosto, essere precisi. I numeri non mentono.. Tra campionato e Champions League, la squadra di Zidane ha effettuato 182 tiri in porta per un totale di 25 gol nelle 15 partite giocate finora. Tradotto in altri termini, per riuscire a realizzare un gol, il Real Madrid necessità di almeno sette tiri in porta a partita. Gli stessi che sono serviti allo Shakthar per segnarne due.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy