Il Real cancella Cristiano e Asensio punge: “La Juventus sarà pure una grande famiglia, ma…”

Il Real cancella Cristiano e Asensio punge: “La Juventus sarà pure una grande famiglia, ma…”

Difficile per il Real dimenticare immediatamente il campione portoghese, ma tutti al Bernabeu ci stanno mettendo del loro per riuscirci. E c’è chi lo fa chiamando direttamente in causa lo juventino e chi con messaggi trasversali ma molto chiari.

di Redazione Il Posticipo

Nel calcio i numeri sono importanti e, soprattutto, è difficile contestarli. Beh, i numeri dicono Benzema 5, Cristiano Ronaldo 0. Il francese, da quando se ne è andato il suo ex compagno di reparto, ha ritrovato la via del gol con continuità, terminando contro il Leganes la…collezione di squadre affrontate in Liga a cui ha segnato (33). L’assenza di CR7, dunque, non si nota. O forse sì? È difficile per il Real dimenticare immediatamente il campione portoghese, ma tutti al Bernabeu ci stanno mettendo del loro per riuscirci. E c’è chi lo fa chiamando direttamente in causa lo juventino e chi con messaggi trasversali ma molto chiari.

ASENSIO – A…evocare il fantasma di Cristiano Ronaldo è Marco Asensio. Nelle interviste post-partita riportate da Marca, lo spagnolo lancia una frecciatina al portoghese, ricordando l’ormai celebre dichiarazione secondo cui la Juventus “ricorda una grande famiglia“. Segnale che il Real ai suoi tempi non lo era? Non ditelo al numero 20 dei Blancos. “La Juventus sarà pure una grande famiglia, ma anche il Real lo è. Non so se siamo più squadra o no senza Cristiano, ma da quando sono qui siamo sempre stati una squadra, dentro e fuori dal campo. Abbiamo sempre remato nella stessa direzione. Quando c’era Cristiano eravamo una squadra e tutti quanti abbiamo dato il nostro contributo“. Non di solo CR7 ha dunque vissuto il Real.

PUBBLICO – Anzi, l’impressione è che l’addio del portoghese abbia decisamente spostato l’attenzione su colui che è ormai il beniamino assoluto del Bernabeu. Come riporta Marca, il pubblico ha tributato una lunghissima ovazione a Luka Modric, che assieme a Keylor Navas e Sergio Ramos ha presentato ai tifosi i premi ricevuti durante i sorteggi di Champions. E la tifoseria dei Blancos ha reso molto chiara la propria posizione nella querelle tra il croato e Ronaldo, cantando a squarciagola “Lukita Balón de Oro” fino a ben oltre l’inizio della partita. Che ha visto il Real Madrid portare a casa agevolmente il risultato, anche se il numero 7 è ormai sulle spalle di Mariano Diaz. Un colpo di spugna su un passato prossimo che sembrava dover pesare, ma che al momento appare decisamente remoto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy