Il rapinatore si scatta un selfie fuori casa di Brendan Rodgers e adesso…rischia grosso!

Il rapinatore si scatta un selfie fuori casa di Brendan Rodgers e adesso…rischia grosso!

In genere si pensa che i rapinatori cerchino il più possibile di essere furtivi. Ma che succede se uno di questi si fa un selfie in passamontagna fuori casa di Brendan Rodgers, allenatore del Leicester?

di Redazione Il Posticipo

Quanti ladri sono diventati famosi grazie alla televisione? Tutti questi, però, erano mascherati per non farsi riconoscere o dei maestri del travestimento. In genere, infatti, chi sta compiendo un atto illegale, ci tiene a proteggere la propria identità proprio per non essere scoperto e conseguentemente punito. Dal Regno Unito, però, arriva la notizia di un nuovo particolare tipo di rapinatori. I rapinatori… social.

RAPINE SOCIAL – Il Sun mostra in esclusiva un contenuto che se agli occhi di Brendan Rodgers può essere inquietante, agli occhi del resto del mondo può arrivare addirittura ad essere quasi esilarante. Come mai? Beh, perché la casa di Glasgow dell’ex allenatore del Celtic, Brendan Rodgers, arrivato da poco sulla panchina del Leicester City, è stata presa d’assalto da alcuni rapinatori e la famiglia del tecnico è stata costretta a barricarsi dentro. Fin qui nulla di minimamente buffo, se non fosse che uno dei rapinatori, munito di passamontagna, si è scattato un selfie nel quale è visibile mezzo volto. Che è coperto, ma le autorità sono già al lavoro per cercare di identificare l’uomo. La banda, a questo punto, potrebbe anche avere agito per “far pagare” al tecnico la scelta di lasciare la Scozia e il Celtic per rispondere alla chiamata del Leicester

PROVA A PRENDERMI –  Ma come fanno in Inghilterra ad essere così sicuri che quel selfie è stato scattato fuori casa di Rodgers? Beh, sullo sfondo della fotografia, è ben visibile una porta a vetri e la parete qualche metro più avanti sulla quale è appesa la foto del matrimonio dell’allenatore delle Foxes con la moglie Charlotte. Insomma, tutto ciò potrebbe sembrare un atto di distrazione da parte del rapinatore che potrebbe essere riconosciuto da un momento all’altro e catturato grazie a questa ‘leggerezza’. Ma dall’altro questo potrebbe sembrare un atto di sfida. Sempre per rimanere nell’ambito cinematografico, una specie di…”Prova a prendermi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy