Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il PSG pensa al dopo Neymar: all-in su Zaha, ma l’ivoriano costa 110 milioni…

Il futuro di Neymar è ancora incerto, ma Tuchel su un punto è stato assai chiaro: se il brasiliano lascia Parigi, lui ha bisogno di un sostituto. Il prescelto è Wilfred Zaha, l’attaccante del Crystal Palace. Che però per il suo bomber chiede...

Redazione Il Posticipo

Il futuro di Neymar è ancora incerto, ma Tuchel su un punto è stato assai chiaro: se il brasiliano lascia Parigi, lui ha bisogno di un sostituto. La sconfitta contro il Rennes ha evidenziato che senza O’Ney, effettivamente, il PSG perde parte del suo potenziale offensivo. Logico dunque che il tecnico chieda che di fronte a una partenza così importante arrivi qualcuno in grado di sostituirlo, almeno dal punto di vista numerico. E secondo il Mirror, il club avrebbe individuato chi potrebbe prendere il suo posto. Il prescelto è Wilfred Zaha, l’attaccante del Crystal Palace già cercato dal Manchester United.

110 MILIONI - Un calciatore che in estate è stato protagonista di una lunga telenovela che lo ha visto associato sia ai Red Devils che all’Arsenal, ma alla fine nessuno ha tirato fuori gli oltre 80 milioni di sterline che il club londinese chiedeva per cedere l’attaccante. Una cifra che però ora non basterà per assicurarsi le sue prestazioni. Il motivo è quanto semplice tanto ovvio. Il mercato in Inghilterra è finito e se il Palace dovesse lasciare andare Zaha, non avrebbe un sostituto per la prima parte della stagione. Un...disturbo che eventualmente il Paris Saint-Germain può pagare caro: gli inglesi ora chiedono 100 milioni di sterline, che in euro fanno 110.

DOPPIO FILO - Il che porta anche a un altro ragionamento: se Neymar va via, il PSG dovrà incassare qualcosa, se non attraverso una cessione diretta almeno con un prestito parecchio oneroso e successivo obbligo di riscatto. Le due operazioni, insomma, sono legate a doppio filo. Intanto il 2 settembre si avvicina a grandi passi e il problema Neymar sembra lungi dall’essere risolto. Se dovesse continuare il muro contro muro, Tuchel potrebbe ritrovarsi con il brasiliano in squadra ma fuori rosa e anche senza il suo sostituto. Non proprio la situazione ideale, in una piazza già calda visti i primi risultati stagionali...