Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il PSG crolla con il Monaco e Mbappè sbotta: “Dobbiamo avere un po’ di rispetto per noi stessi”

PARIS, FRANCE - FEBRUARY 15: Kylian Mbappe of Paris Saint-Germain celebrates after their sides victory during the UEFA Champions League Round Of Sixteen Leg One match between Paris Saint-Germain and Real Madrid at Parc des Princes on February 15, 2022 in Paris, France. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Il campione del mondo 2018 si è infuriato durante il match per il poco impegno dei compagni e al termine della partita ha spiegato che non si può crollare in questa maniera...

Redazione Il Posticipo

Nervosismo allo stato puro in casa Paris Saint-Germain. I parigini non sembrano essersi ancora ripresi dall'eliminazione in Champions League per mano del Real Madrid e cadono pesantemente anche in Ligue 1, in casa del Monaco. Il match del Louis II finisce 3-0 per i padroni di casa e che le cose nella panchina di Pochettino non vadano per nulla lo si vede dalla reazione di Mbappè. Come spiega AS, il campione del mondo 2018 si è infuriato durante il match per il poco impegno dei compagni e al termine della partita ha spiegato che, nonostante gli obiettivi latitino, con il campionato ormai praticamente in ghiaccio, non è un buon motivo per crollare come accaduto contro il Monaco.

LA CHAMPIONS - "Abbiamo perso contro una buona squadra, che quest'anno ha giocato le coppe europee. Il nostro obiettivo è vincere il decimo titolo, il resto credo che alla gente non importi. Possiamo anche vincere 8 0 9-0, ma la gente continuerà a pensare a quello che è successo in Champions League". E in effetti il match che segna definitivamente la stagione non è certo quello con il Monaco ne, eventualmente, quello in cui il PSG vincerà un campionato che ha totalmente dominato. La remuntada subita dal Real Madrid è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, che costerà con tutta probabilità la panchina a Poch a fine stagione e che potrebbe aver convinto definitivamente Mbappè a volare a Madrid.

RISPETTO - Ma se qualcuno pensa che anche il numero 7 sia tra quelli che tirerà i remi in barca, potrebbe aver capito male. Alla fine del match è proprio Mbappè quello più arrabbiato della prestazione della squadra, che sembra non aver dato abbastanza importanza alla partita, dopo che l'obiettivo principale è svanito. E l'attaccante del PSG mostra la strada per un finale di stagione degno. "Ora dobbiamo essere professionali e rispettare questa maglia e questi tifosi. Credo che dobbiamo anche rispettare noi stessi, è importante. Se abbiamo un minimo di rispetto per quello che facciamo, per quello che siamo e che aspiriamo a essere, dobbiamo avere un po' di rispetto per noi stessi. Complimenti al Monaco". Non esattamente le parole di chi se ne andrà...