Il Presidente del Lione attacca: “Il PSG è qualcosa di irreale, giocheremo contro uno Stato ma…”

Il Presidente del Lione attacca: “Il PSG è qualcosa di irreale, giocheremo contro uno Stato ma…”

Il presidente del Lione comincia in anticipo il ‘riscaldamento’ per lo scontro con il PSG di domenica: “Il PSG è irreale, ma noi possiamo abbattere le montagne”.

di Redazione Il Posticipo

Tante chiacchiere, tanti pronostici e tante speculazioni sul confronto della potenziale differenza di valori in campo. Ma poi, al primo fischio dell’arbitro, si gioca in undici da una parte e in undici dall’altra. È vero, gli undici del Paris Saint-Germain sono mostruosi, senza contare gli alieni che prenderanno posto in panchina e quello brasiliano fuori per infortunio. Ma i giocatori del Lione hanno tutto da dimostrare e comunque, parliamo di una squadra dotata di individualità di un certo livello come Depay e Fekir. Ma senza troppa prudenza, il presidente del Lione, Jean Michel Aulas, ha rilasciato delle dichiarazioni sul colosso che dovranno affrontare domenica. E no, non sono proprio parole amichevoli.

UNO STATO – Aulas ha rilasciato un’intervista al quotidiano Le Progrès di Lione, nella quale ha parlato dei prossimi avversari. Non tanto con qualche appunto tecnico-tattico, quello lo lascerà fare eventualmente a Bruno Génésio in conferenza stampa, ma dal punto di vista finanziario. Il presidente del prestigioso club francese ha spiegato che, a suo avviso, il club capitolino aggira le regole della concorrenza grazie al supporto di un’intera… nazione. “Il PSG è qualcosa di irreale, giocheremo contro uno Stato. Non dirò che la Francia è solo il paese dei ‘gilet gialli’ ma dovrebbe avere un pochino più di decenza”. Il PSG, infatti, è molto legato finanziariamente al Qatar campione d’Asia, basti pensare che la famosa clausola di rescissione di Neymar è stata pagata grazie agli ormai celebri 222 milioni girati al brasiliano per diventare testimonial dei mondiali in Qatar del 2022.

DAVIDE E GOLIA – Jean Michel Aulas, però, non vede tutto nero. È vero, tra le due società c’è un enorme gap finanziario e il Lione ha tutto il merito di essere una squadra ‘umana’, che sta facendo tutto il possibile per contendere il titolo nazionale ai giganti parigini. Eil patron avvisa: “Contro di noi, il PSG gioca una lotta di classe ma noi siamo in grado di abbattere le montagne”. Il commento di Aulas, del resto è anche abbastanza coraggioso, visto che nella partita d’andata al Parc Des Princes, il PSG batteva la sua squadra con un roboante 5-0.  Chissà se ce la farà Davide a sconfiggere Golia, stavolta. Quello che è certo è che il Presidente del Lione ha acceso una bella miccia a pochi giorni dalla partita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy