Il premio di Raiola, gli elogi di Zlatan e… la furia dei tifosi dello United

Mino Raiola nel mirino dei tifosi del Manchester United che, una volta tanto, sono in disaccordo anche con Zlatan Ibrahimovic.

di Redazione Il Posticipo

Mino Raiola nel mirino dei tifosi del Manchester United che, una volta tanto, sono in disaccordo con Zlatan Ibrahimovic. Le parole dello svedese, cariche di ammirazione per il suo agente, cozzano con la considerazione attuale all’interno alla rosa dello United, che ha in Pogba una spina conficcata nel fianco dei tifosi. Atteggiamento e parole del francese hanno stancato i sostenitori dei red devils, che, per sillogismo, attaccano anche Ibrahimovic.

IL MEGLIO – Lo svedese ha giocato con il Manchester United e come  spesso gli è accaduto in carriera, ha lasciato un ottimo ricordo di sé oltremanica. I tifosi dell’Old Trafford sono rimasti molto legati al fenomeno svedese ma stavolta hanno qualcosa da ridire. E solo, perché Zlatan, su Instagram, ha pubblicato un post di supporto per Mino Raiola. Il suo agente ha vinto il premio per il miglior agente del 2020. Un riconoscimento che il centravanti rossonero  milanista ha voluto sottolineare così: “Un padre, un fratello, un amico, un agente. Mino, il meglio del meglio e lo è sempre stato“. Parole al miele non condivise da chi ha a cuore i Red Devils. E per una volta anche i tifosi più accaniti non possono essere d’accordo con Ibrahimovic. Le dichiarazioni di Raiola sul futuro di Pogba non sono passate inosservate.

(Photo by Alexander Hassenstein/Getty Images)

DISACCORDO CON ZLATAN? –Per una volta non sono d’accordo con quello che ha detto Zlatan” basterebbe molto meno per sprigionare l’ira del colosso rossonero ma è ancora più complicato placare l’ira dei tifosi, che, come consuetudine nel calcio 2.0 hanno scelto i social per esprimere, più o meno cordialmente, il loro punto di vista. Il contratto di Pogba scadrà nel 2022 e si parlava di un suo addio già a gennaio. Lo stesso Raiola, come riporta il Manchester Evening News, ha spiegato che “Paul può partire in estate: i grandi trasferimenti sono difficili da farsi a gennaio“. Considerazioni legittime in sede di mercato ma che rendono ancora più inviso Pogba ai tifosi. Un destino strano quello del “polpo” che per una serie di motivi non è mai riuscito né prima né dopo di salire in cima al mondo, a conquistare un posto nel cuore dei tifosi dello United.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy