Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il premio alla firma pazzesco del Real a Mbappè: al francese 40 milioni se arriva a parametro zero

(Photo by Matt Childs/Pool via Getty Images)

Se qualcuno pensava che il premio alla firma di Alaba, 17 milioni di euro, fosse esagerato, non ha ancora fatto i conti con quello che potrebbe essere corrisposto ai Blancos al francese per il suo...costosissimo autografo su un contratto...

Redazione Il Posticipo

Il contratto di Kylian Mbappè, la stella più lucente del calcio francese, è in scadenza nel 2022. Per il momento sembra che il francese non stia nemmeno ascoltando le offerte di rinnovo da parte del club parigino, attratto com'è dall'idea del Real Madrid. Il PSG, però, non ha la minima intenzione di trattare al rialzo. Ora come ora i Blancos potrebbero tentare l'attacco sfruttando l'inevitabile deprezzamento del cartellino vista la scadenza contrattuale a 12 mesi. Ma c'è un problema. Il Real vuole Mbappé ma la pandemia ha praticamente prosciugato le casse del club. Il piano per prenderlo è dunque quello di aspettare che il francese non rinnovi. E il club francese cosa può farci?

PREMIO - In caso di mancanza di firma, ben poco. Il PSG sta cercando da mesi un accordo col calciatore, che però sa benissimo che andando a parametro zero potrebbe essere coperto d'oro dagli spagnoli. E se qualcuno pensava che il premio alla firma di Alaba, 17 milioni di euro, fosse esagerato, non ha ancora fatto i conti con quello che potrebbe essere corrisposto ai Blancos al francese per il suo...costosissimo autografo su un contratto dopo un trasferimento a parametro zero. Come spiega MundoDeportivo, il Real è disposto a versare addirittura quaranta milioni di euro al campione del mondo 2018, ben conscio del risparmio che comunque porterebbe alle casse del club non pagare il cartellino di Mbappè.

 (Photo by Daniel Mihailescu - Pool/Getty Images)

MONDIALI - Anche perchè per un acquisto con pagamento del cartellino dovrebbe esserci una trattativa, quella col Real, che il PSG non ha neanche voglia di iniziare. Il club francese sembra dunque ancora più intenzionato ad andare al muro contro muro, minacciando Mbappè di rimanere in panchina tutta la prossima stagione, quella che porta ai mondiali in Qatar. Che, per inciso, sono anche uno dei motivi principali della rabbia del club. La proprietà qatariota vuole a tutti i costi che il francese, che della competizione sarà certamente una stella, arrivi alla rassegna iridata come giocatore del PSG. Ma l'impressione è che, a zero o con una clausola ad hoc, non andrà a finire così...