Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Nuovo incarico per l’Hombre Vertical: Hector Cuper nuovo Ct del Congo

MILAN - FEBRUARY 23:  A portrait of Inter Milan coach Hector Cuper before the Serie A match between Inter Milan and Piacenza, played at the 'Giuseppe Meazza' San Siro Stadium, Milan, Italy on February 23, 2003.

L'ex allenatore di Inter e Parma, il 65enne Héctor Cúper ha ricevuto l'incarico di guidare una nuova squadra. Dopo Egitto e Uzbekistan, all'Hombre Vertical tocca un'altra nazionale: il Congo.

Redazione Il Posticipo

Si parla spesso delle nuove promesse del calcio. Poco, però, si parla degli allenatori di grande tradizione che da un po' di tempo sono spariti dai radar italiani ed europei. L'ex allenatore di Inter e Parma, il 65enne Héctor Cúper ha ricevuto l'incarico di guidare una nuova squadra. Dopo Egitto e Uzbekistan, all'Hombre Vertical tocca un'altra nazionale: il Congo.

EUROPA - Stando a quanto riporta la testata spagnola As, Héctor Cúper è il nuovo allenatore della nazionale della Repubblica Democratica del Congo. L'argentino assumerà la guida della nazionale africana dopo più di un anno e mezzo di lontananza dal calcio. Le sue due ultime esperienze non sono state tra le più iridate della sua carriera che invece è ricca di esperienze. È ormai dal lontano 2008 che manca dall'Italia con la sua ultima esperienza con i Ducali mentre l'ultima apparizione in uno dei massimi campionati europei, La Liga, l'ha fatta con il Racing Santander nel 2011 dove però la sua avventura è durata soltanto 5 mesi.

MILAN - FEBRUARY 23:  A portrait of Inter Milan coach Hector Cuper before the Serie A match between Inter Milan and Piacenza, played at the 'Giuseppe Meazza' San Siro Stadium, Milan, Italy on February 23, 2003.

IL RITORNO - Nelle ultime avventure con le nazionali le cose non sono andate troppo bene all'argentino. Ha portato l'Egitto in finale di Coppa d'Africa venendo eliminato in rimonta dal Camerun e poi ai Mondiali del 2018 dove ha dovuto arrendersi a Uruguay e Russia uscendo direttamente ai gironi. Addirittura peggio gli è andata in Uzbekistan dall'agosto 2018 al settembre 2019 dove rimedia molte sconfitte tra le quali quella con l'Australia in Coppa d'Asia e quella storica contro la Palestina. Il passato, però, è passato: ora il Congo ha scelto di dare fiducia all'Hombre Vertical che comunque può vantare nel proprio palmares due coppe di Spagna con Maiorca e Valencia e una Coppa CONMEBOL con il Lanus. E il futuro è tutto da scrivere. Con la sensazione che questa volta nessuno gli rimprovererà nulla qualora centrasse un podio o un secondo posto. Anzi.