Il mito di Hugo Sanchez compie 30 anni: un tocco…un gol

Il mito di Hugo Sanchez compie 30 anni: un tocco…un gol

L’attaccante messicano che ha scritto la storia del Real Madrid fra gli anni ’80 e 90′ celebra il trentennale del proprio record. Nella stagione 1989/1990 realizza qualcosa come 38 reti in campionato con una peculiarità: sono tutti realizzati con un solo tocco di palla.

di Redazione Il Posticipo

Hugo Sanchez, 30 anni dal mito. Il calciatore messicano che ha scritto la storia del Real Madrid fra gli anni ’80 e ’90 festeggia il trentennale del proprio record. 38 reti in una sola stagione, con una peculiarità: un tocco, un gol. Già, sembra incredibile ma è così. Il centravanti messicano accatasta gol senza neanche stoppare il pallone. Il video su twitter sta diventando virale. Vedere per credere. C’è tutto il repertorio dell’attaccante che al netto di un fisico non certo da spaccaporte, colmava la propria lacuna con tecnica, capacità di movimento senza palla e potenza esplosiva. Un finalizzatore per certi versi paragonabile a Inzaghi, anche se il messicano giocava di più con i compagni.

CHE STAGIONE – Una stagione straordinaria, che l’ha portato a stravincere la scarpa d’oro. Pochi, comunque, i gol provenienti dalla sua specialità: la rovesciata. L’esultanza, invece, che lo ha reso famoso in tutto il mondo, è un acrobazia in onore della sorella, grande quanto lui, ma in un altro sport. La ginnastica. Il centravanti è stato fra i pochi campioni a non aver militato nel campionato italiano, che in quella epoca ospitava tutti i grandi campioni: Hugo Sanchez ha preferito sposare la causa del Real, dove negli anni si è tolto parecchie soddisfazioni: cinque campionati di fila e una Scarpa d’Oro, appunto quella del 1990. Ha un solo cruccio: la Coppa dei Campioni. Ed è tutta “colpa” di una italiana.

SACCHI – C’è però chi rese inoffensiva quella straordinaria macchina da reti. Il Milan di Arrigo Sacchi. I rossoneri incrociano il Real Madrid due volte consecutive in Coppa dei Campioni. Nel 1988-1989 nella semifinale il 4-4-2 di Sacchi manda in perenne fuorigioco il messicano che trova la comunque la rete dell’1-1. Nel ritorno il Real sarà travolto 5-0 a San Siro. Bis, nella stagione 1989-1990 quando Hugo Sanchez, nonostante la sua annata di grazia, resterà a secco nell’arco dei 180′ che decidono gli ottavi di finale. L’1-0 siglato da Butragueno al Bernabeu non sarà sufficiente a ribaltare il 2-0 dell’andata maturato a San Siro. In quel Milan, fra l’altro, c’era un altro centravanti niente male, un certo Marco Van Basten.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy