calcio

Il mio peggior nemico: Nedved, Materazzi e gli altri calciatori che…non si apprezzano, tra frecciate e botte da orbi

Redazione Il Posticipo

 (Photo by Stu Forster/Getty Images)

Però, Roy Keane non era tipo da serbare rancore. Anzi sì. L’irlandese, nel 1997, cercando di commettere fallo sul norvegese Alf-Inge Haaland si infortuna gravemente. L’avversario lo prende in giro e si lamenta con l’arbitro per evitare una meritata sanzione. Tre anni dopo si vendica: nel 2001, frantuma il ginocchio del padre dell'attaccante del Borussia Dortmund, che si ritirerà due anni dopo senza essere riuscito a riprendersi del tutto. Rimpianti da parte di Keane? Macchè. Ogni volta che può, lo ripete: lo rifarebbe.

Potresti esserti perso