Il Mi(ni)stero dello Sport: delegato o inesistente?

Di Stefano Impallomeni. Nella composizione del nuovo assetto di Governo preoccupa l’assenza totale di un Ministero dedicato allo Sport, un movimento che rappresenta una delle principali industrie del Paese. Ma chissà che la delega non se la prenda lo stesso Draghi, grande appassionato di sport…

di Stefano Impallomeni

Non entriamo in alcuna polemica, perché sarebbe inutile e pressoché marginale in un momento in cui l’Italia si sta giocando il proprio presente e futuro nell’era pandemica dove tutto è stravolto, ma nella composizione del nuovo assetto di Governo preoccupa l’assenza totale di un Ministero dedicato allo Sport. Con ogni probabilità, vi saranno forme alternative, formule differenti che ci sfuggono e che nella sostanza torneranno utili sotto altro nome anche grazie ad attente deleghe, ma è evidente che il vuoto resta ed è un vuoto che fa notizia e rumore.

DELEGA – Non sappiamo in quale casella lo Sport sarà collocato e seguito. C’è chi sostiene vada sotto alla Dadone, nuovo Ministro alle Politiche Giovanili, chi sotto il neo Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Garofoli, o perfino sotto Giorgetti, Ministro dello Sviluppo Economico, che nel Conte 1 aveva già una delega specifica. Oppure la delega potrebbe addirittura prendersela lo stesso Draghi, grande appassionato di Sport. In ogni caso, però, lo Sport sotto e mai sopra. Senza autonomia e una vera identità. Lo Sport, quel fenomeno enorme, sotto ogni profilo, che testimonia un’espressione culturale che deve essere difesa e sostenuta con interesse e competenza. E allora? Sport delegato o inesistente?

RILANCIO – Ci auguriamo che a breve, nonostante l’assenza di facciata di un Ministero ad hoc, questo Governo (e i prossimi a seguire) possa costituire almeno un’Amministrazione Delegata di spessore, congiunta e profonda per il rilancio di un movimento che rappresenta, grazie soprattutto al calcio, una delle principali industrie del Paese. Nella sfida globale questo tipo di agonismo va considerato, altrimenti il tutto sarebbe davvero un mistero, l’ennesimo virus degli equivoci. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy