Il Milan ricorda Liedholm e sul web scatta la contestazione: “Dal Barone a Pioli, come è stato possibile?”

Il Milan ricorda Liedholm e sul web scatta la contestazione: “Dal Barone a Pioli, come è stato possibile?”

97 anni fa nasceva Nils Liedholm. Sia il Milan che la Roma ricordano “Il Barone” con dei post sui loro profili ufficiali. Ma quello del Milan capita in una…giornata particolare, quella in cui il club rossonero dovrebbe annunciare l’arrivo del nuovo tecnico. E quindi in rete si scatena un putiferio…

di Redazione Il Posticipo

L’8 ottobre 1922 è un grande giorno per il calcio italiano. 97 anni fa nasceva Nils Liedholm. Svedese di passaporto, ma tricolore d’adozione, dopo una vita in campo con la maglia del Milan e tantissimi anni in panchina in Serie A, guidando i rossoneri allo scudetto della stella e la Roma al secondo storico tricolore. Ovviamente, entrambe le società ricordano “Il Barone” nel giorno del suo compleanno con dei post sui loro profili ufficiali. Ma quello del Milan capita in una…giornata particolare, quella in cui il club rossonero dovrebbe annunciare l’arrivo del nuovo tecnico. E quindi sotto il video pubblicato dai canali social rossoneri si scatena un putiferio, a metà tra la nostalgia per Liddas e la rabbia per il momento attuale.

REAZIONI – Il video è apprezzato, è quello che sta succedendo a livello di scelte societarie che non piace granchè…

E qualcuno si ricorda che è anche il compleanno di Zorro Boban. Che però è uno dei bersagli della contestazione, in quanto parte di chi sta scegliendo il nuovo tecnico…

Qualcuno nella serata di lunedì aveva già posto il problema, ma probabilmente non sarà soddisfatto

ANCHE FACEBOOK – Non che su Facebook vada molto meglio… “Con che coraggio proprio oggi mettete i filmati di Liedholm, una leggenda sia come giocatore che come allenatore, quando a poco annuncerete Pioli (o Spalletti) nuovo allenatore del Milan… Nils guardando giù piangerà!”, commenta un tifoso. E il paragone nasce quasi spontaneo. “Un grande uomo, un grande giocatore, un grande allenatore! Niente a che vedere con la tristezza attuale”. Insomma, un momento davvero particolare per il Milan, che si ritrova a festeggiare una sua leggenda del passato e allo stesso tempo sotto attacco per le decisioni prese nel presente…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy