Il Messi furioso: “Non possiamo fare errori così infantili, è normale che i tifosi critichino…”

Il Messi furioso: “Non possiamo fare errori così infantili, è normale che i tifosi critichino…”

L’argentino è stato protagonista del match di Supercoppa contro l’Atletico Madrid, segnando l’1-1, vedendosi annullare il possibile gol del vantaggio dalla VAR, sbagliando un rigore sempre sul punteggio di parità e litigando con Joao Felix. E anche a fine gara l’adrenalina non se n’è andata subito…

di Redazione Il Posticipo

Lui, come al solito, ci ha messo del suo. I compagni, un po’ meno. E quindi il Leo Messi che parla dopo la semifinale di Supercoppa di Spagna, persa 3-2 contro l’Atletico Madrid del Cholo Simeone, non può essere felice. L’argentino è stato protagonista del match, segnando l’1-1, vedendosi annullare il possibile gol del vantaggio dalla VAR, sbagliando un rigore sempre sul punteggio di parità e litigando con Joao Felix. E anche a fine gara l’adrenalina non se n’è andata subito, viste le dichiarazioni rilasciate ai giornalisti e riportate da Goal.

BASTONE E CAROTA – “È un peccato, abbiamo giocato una grande partita, dopo tanto tanto tempo stavamo bene. Abbiamo controllato il match, dominato e attaccato tutto il tempo”. Ma il risultato dice altrimenti. E infatti parte qualche critica. “Abbiamo fatto alcuni errori quando l’Atletico era praticamente a terra e in capo a dieci minuti hanno ribaltato una partita che avremmo dovuto chiudere. E fa male, perchè è un trofeo e noi volevamo arrivare in finale e vincerlo. Abbiamo messo in campo un atteggiamento diverso rispetto alla partita di fine anno contro l’Espanyol, abbiamo giocato bene ma purtroppo non abbiamo vinto”.

ERRORI INFANTILI – Insomma, bastone e carota da parte dell’argentino. Che però non ci sta proprio a perdere, nonostante le indicazioni per Valverde (fischiato persino in Arabia Saudita) possano in fondo essere positive. “Abbiamo fatto un passo avanti, nonostante la sconfitta. Ma sappiamo che non abbiamo fatto tutto come volevamo, non possiamo più permetterci errori così infantili”. Non proprio parole di conforto. E il malumore dei tifosi diventa quasi comprensibile. “Quando si perde e non si raggiungono gli obiettivi, quando non giochiamo come dovremmo e come il pubblico vorrebbe, è normale che ci siano delle critiche. Ma noi dobbiamo andare avanti”. Con o senza Valverde, che avendo fallito un obiettivo stagionale traballa sempre più, questo è tutto da vedersi…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy