Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il messaggio di Scaloni a Messi che nel 2016 ha cambiato la storia: “Non te ne andare, Leo…”

Il messaggio di Scaloni a Messi che nel 2016 ha cambiato la storia: “Non te ne andare, Leo…” - immagine 1
Una Coppa del Mondo...nel segno di Lionel, Messi ma anche Scaloni. E dire che i due hanno seriamente rischiato di non incrociare le loro strade. Nel 2016, la Pulce voleva lasciare la nazionale. Ma il futuro CT sui social lo invitava a non farlo...

Redazione Il Posticipo

Una Coppa del Mondo...nel segno di Lionel. E non solo di Messi, che pure ha sollevato il trofeo al cielo di Doha. Già, perchè Lionel è anche Scaloni, uno che da calciatore ha avuto una buona carriera, ma che sta scrivendo la storia sulla panchina dell'Albiceleste. Per l'ex giocatore di Lazio e Atalanta, quella dell'Argentina è la prima esperienza da primo allenatore. A portarlo con sè era stato Sampaoli, che lo aveva voluto come assistente già a Siviglia. Quando poi l'ex CT è stato esonerato, Scaloni è diventato commissario tecnico ad interim e con le sue prestazioni si è garantito il posto. E anche grazie a un ottimo rapporto con l'altro Lionel, ha saputo vincere e convincere.

La delusione del 2016...

—  

Come racconta AS, da quando Scaloni ha preso la guida della nazionale (che adesso tutti in patria chiamano Scaloneta) il rapporto con il numero 10 è stato ottimo e i risultati parlano decisamente a favore dei due Lionel. Una Copa America, il primo trofeo dai tempi di Maradona, e soprattutto la Coppa del Mondo, che non si vinceva da 36 anni. E dire che i due hanno seriamente rischiato di non incrociare le loro strade. Quando nel giugno del 2016 l'Argentina, guidata dal Tata Martino, ha perso la Copa America Centenario contro il Cile, Messi sembrava intenzionato a lasciare l'Albiceleste. Troppe le critiche rivolte alla Pulce, sia per aver sbagliato uno dei rigori nell'ultimo atto che per una percepita incapacità di essere leader della squadra.

...e la richiesta di Scaloni

—  

Alla fine, Messi ha cambiato idea e chissà che non ci abbia messo del suo anche il futuro CT affinchè le cose siano andate così. All'epoca Scaloni era solo...un ex calciatore della nazionale, che non aveva ancora iniziato il suo percorso a Siviglia accanto a Sampaoli. Eppure aveva preso la parola su Twitter, postando una foto della finale contro il Cile, in cui per controllare la Pulce servivano cinque avversari, con altri quattro comunque in zona. Il messaggio di Scaloni è stato molto chiaro: "Questa immagine dice tutto: non te ne andare, Leo". E Leo non se ne andato. Anzi, sei anni dopo quella delusione è stato uno dei...due Lionel capaci di riportare l'Argentina in cima al mondo.