Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il medico del Bayern e…l’esperto Pep: “Con Guardiola un periodo nero, interferiva nelle questioni mediche”

Il medico del Bayern e…l’esperto Pep: “Con Guardiola un periodo nero, interferiva nelle questioni mediche” - immagine 1
Non si può piacere tutti, persino se si è vincenti come Pep Guardiola. Il catalano ha lasciato trofei nelle bacheche di tutti i club che ha diretto, ma in quanto a bei ricordi non sempre è riuscito a completare l'opera.

Redazione Il Posticipo

Non si può piacere tutti, persino se si è vincenti come Pep Guardiola. Il catalano ha lasciato trofei nelle bacheche di tutti i club che ha diretto, ma in quanto a bei ricordi non sempre è riuscito a completare l'opera. Molti dei suoi ex giocatori lo adorano, altri (come Ibrahimovic) hanno avuto con lui un rapporto perlomeno conflittuale. E anche guardando allo staff delle squadre che ha allenato, spunta qualche dissidente. Uno degli ultimi a parlare dell'attuale allenatore del Manchester City è stato Hans-Wilhelm Müller-Wohlfahrt. Un nome che non dice molto, ma che è il leggendario medico del Bayern Monaco, che ha passato la carriera nel club.

SAPEVA TUTTO

—  

Fino a che...non è arrivato Guardiola. Che, come ha spiegato qualche tempo fa Müller-Wohlfahrt a BR24, ha fatto sì che lasciasse temporaneamente il Bayern, per poi tornare con il suo grande amico Heynckes. Dichiarazioni, quelle del medico tedesco, che descrivono quanto il catalano voglia dire la sua anche per quello che riguarda il comparto sanitario del club. Müller-Wohlfahrt descrive la sua coabitazione con Guardiola "il momento più buio" della sua carriera. "Era come se non potessi sopportare il fatto che un giovane allenatore, che ha avuto molto successo e che è probabilmente uno dei più grandi di sempre, abbia interferito nelle questioni mediche e sapesse tutto meglio di me".

ALTRE LITI

—  

Insomma, un Pep...troppo esperto persino per il leggendario dottore. Che comunque ha avuto modo di discutere con molti dei predecessori di Guardiola, comprese alcune vecchie conoscenze del calcio italiano. Anche ai tempi di Klinsmann Müller-Wohlfahrt, che è al Bayern dal 1977, se n'era andato sbattendo la porta, salvo poi tornare una volta che l'ex centravanti di Inter e Sampdoria era stato esonerato. E con Trapattoni i rapporti erano al minimo storico, perchè il Trap non capiva come mai il medico decidesse di ingessare le gambe dei calciatori anche per infortuni di piccola e media entità. Ma sia il biondo attaccante che la leggenda della panchina italiana e persino Pep sono passati. Il dottor Müll, come lo chiamano lì...resta.