Il Manchester City molla la Nike per 650 milioni: la Puma ricopre d’oro Pep…e soci

Il Manchester City molla la Nike per 650 milioni: la Puma ricopre d’oro Pep…e soci

Ricchi, ricchissimi, praticamente…in pantaloncini. È stata annunciata la nuova partnership tecnica del Manchester City, che lascia la Nike e si accasa con la Puma. Per la…modica cifra di 650 milioni di sterline, da dividere però con altre squadre!

di Redazione Il Posticipo

Ricchi, ricchissimi, praticamente…in pantaloncini. Non che al Manchester City e al fondo degli Emirati Arabi che gestisce i Citizens e altre sei squadre nel mondo servissero altri soldi. Ma il Fair Play Finanziario esige che non siano solamente i proprietari a ripianare le perdite, e quindi tutto fa brodo. Soprattutto se le cifre sono pazzesche. La squadra di Manchester è ormai una delle big del calcio europeo e, pur non avendo vinto ancora la Champions, ha trovato il modo migliore per sfruttare l’appeal dei suoi calciatori e della mentalità di gioco portata da Pep Guardiola. Un modo che farà guadagnare al City Group 650 milioni di sterline in dieci anni.

ANNUNCIO – Come riporta il Daily Mail, è stata finalmente annunciata la nuova partnership tecnica del club, che lascia la Nike e si accasa con la Puma. Il tutto è stato condiviso sui social, attraverso dei brevi video in cui i calciatori del City parlano tra di loro di “un gatto molto grande” che si aggira per Manchester. A chiudere l’annuncio è, ovviamente, il Kun Agüero, che chiosa “sembrava…un Puma”. Marketing allo stato puro per un accordo che conviene, ovviamente, a entrambe le parti in causa. Soprattutto considerando che dal contratto precedente, quello con Nike, il City guadagnava “solo” (virgolette d’obbligo, quando si parla di certe cifre) 12 milioni di sterline all’anno.

10398164-6754965-Aguero_and_David_Silva_starred_in_a_Puma_Instagram_advert_to_pro-m-86_1551344323514

CITY GROUP – Quindi, il club dell’Etihad quintuplica le entrate. Ma non sarà il solo a giovare della partnership e non incasserà proprio tutti i 65 milioni della Puma. Che andranno ridivisi anche con alcune delle squadre del City Group. A partire dai cinesi del Sichuan Jiuniu, l’ultimo club acquistato dalla holding degli Emirati. Gli altri a indossare il puma sulla maglia saranno il Melbourne City (Australia), il Club Atletico Torque (Uruguay) e il Girona (Spagna). Restano fuori dall’accordo il New York City e i giapponesi degli Yokohama Marinos. Che comunque sono squadre ormai quasi autosufficienti e possono negoziare da sole il proprio sponsor tecnico. E possono garantire altri introiti per il City Group.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy