Il Liverpool punta il sostituto di Wijnaldum: una bella scommessa

Il Liverpool è impegnato nella ricerca di un sostituto di Wijnaldum, indisponibile al rinnovo contrattuale, accostato a molti top club tra cui Inter e Barcellona e sperano… nel nome del sostituto.

di Redazione Il Posticipo

Cos’è un nome? Per Shakespeare, il nome non è importante. “Ciò che noi chiamiamo con il nome di rosa, anche se lo chiamassimo con un altro nome, serberebbe pur sempre lo stesso dolce profumo”. Restando in Inghilterra e allargando il concetto sino a toccare l’argomento del calciomercato, anche il Liverpool sembra essere di questo avviso. I Reds infatti, puntano un giocatore che possa sostituire, nel nome e nel rendimento, Wijnaldum accostato a molti top club tra cui Inter e Barcellona.

IL NOME – Il centrocampista messo nella lista dei desideri del club del Merseyside risponde al nome di Renato Sanches, ex Benfica e Bayern Monaco, attualmente al Lille. Il calciatore ha un passato abbastanza altalenante. Forse troppo per ambire ad essere il sostituto dell’olandese. Il Liverpool, evidentemente spera nel ritorno del portoghese ai fasti d’inizio carriera quando sembrava dover diventare tra i più forti in assoluto. Del resto, tornando ai versi del poeta, Renato, significa “nato di nuovo”, ri-nato. E il centrocampista del Lille, viste le promesse fatte al mondo del calcio in tenera età, avrebbe proprio bisogno di rigenerarsi. Chissà, magari, la cura-Klopp potrebbe rappresentare la svolta nella sua carriera. Ci spera il club, ci sperano i tifosi e, presumibilmente, il calciatore.

RINASCERE – A riportare la notizia di questo interesse di mercato ci pensa la testata francese Le10Sport. Il calciatore portoghese è accostato al Liverpool proprio per sostituire Gini Wijnaldum, che non rinnoverà il contratto. Per caratteristiche, almeno sulla carta, Sanches sarebbe perfetto vista la propensione al dribbling, le capacità offensive e l’abitudine a muoversi tra le linee sia interne che laterali. Insomma, sulla carta, potrebbe sostituire l’olandese. A calcio però si gioca sul campo e  più di qualcuno potrebbe avere dei ldubbi sulla bontà di una operazione che ha molte più incognite che certezze. Si parte da un presupposto. Perlomeno il 23enne conosce il campionato. Peccato, però, che in Premier abbia già giocato e deluso quando ha passato una stagione in prestito allo Swansea dal Bayern Monaco. Sperare in una ripresa appare un’esercizio di ottimismo esagerato ma il calcio spesso lascia spazio ai sogni. A meno che non svaniscano in una finestra di mezza estate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy