Il Liverpool non rivuole Coutinho: “Da quando se ne è andato non abbiamo più perso…”

Il Liverpool non rivuole Coutinho: “Da quando se ne è andato non abbiamo più perso…”

Oggi Philippe Coutinho brilla nel Bayern Monaco, ma il suo vecchio club non lo rimpiange affatto. Il direttore esecutivo del Liverpool Peter Moore ha escluso che il brasiliano possa ritornare ad Anfield e ha spiegato bene per quali ragioni

di Redazione Il Posticipo

All’inizio è stato difficile da accettare, col senno di poi però si è rivelata forse una benedizione: Philippe Coutinho ha giocato per cinque anni al Liverpool diventando l’idoli dei tifosi. Il brasiliano ha fatto vedere cose strepitose ad Anfield fino al gennaio 2018 quando è partito destinazione Barcellona in cerca di gloria al fianco di Lionel Messi e Luis Suarez. L’esperienza in Catalogna però non è all’altezza delle aspettative ed è stato costretto a fare le valigie.

RINASCITA BAYERN – Lo scorso agosto Coutinho è passato dal Barça al Bayern Monaco in prestito oneroso (8,5 milioni di euro) con diritto di riscatto fissato a 120 milioni: il brasiliano ha ritrovato il sorriso in Bundesliga e anche quei gol che gli erano mancati nella Liga (già 6 reti in 19 presenze coi bavaresi). Difficile prevedere se i campioni di Germania lo riscatteranno o meno considerando la cifra importante da sborsare, al momento invece è certo che il Liverpool non ha nessuna intenzione di riportarlo ad Anfield dopo i successi ottenuti nelle ultime stagioni.

BENEDETTA PARTENZA – Il direttore esecutivo del club inglese Peter Moore ha parlato del possibile ritorno del giocatore ai microfoni del Mirror: “Da quando Coutinho è andato via, è cambiato il nostro modo di giocare. Philippe è andato via due anni anni fa e dopo il suo addio non abbiamo perso nemmeno una partita nel resto della stagione”. Oggi il brasiliano rappresenta il passato negli schemi di Jürgen Klopp e nella testa di Peter Moore: “Non disprezzo Philippe, ma adesso giochiamo diversamente e il denaro che abbiamo incassato con la sua cessione ci è servito per comprare Alisson Becker”. Insomma, col senno di poi la partenza del brasiliano è stata fondamentale per riportare i Reds in cima all’Europa, al mondo e con tutta probabilità all’Inghilterra al termine di questa strepitosa Premier League.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy