Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il Liverpool mette in cassa integrazione lo staff ed è subito polemica: “Disgustoso! Il club ha profitti per milioni, non siamo un’azienda in difficoltà”

I Reds hanno deciso di mettere in cassa integrazione straordinaria 675 persone che fanno parte dello staff del club, sfruttando un programma anti Covid-19 del governo di Sua Maestà per coprire l'80% dei compensi. E la rabbia è tanta, sia tra i...

Redazione Il Posticipo

La crisi economica che sta colpendo il calcio a causa del coronavirus non risparmia neanche i campioni d'Europa. E il Liverpool fa una mossa che di certo aiuta le casse societarie, ma crea ripercussioni non proprio positive. I Reds hanno infatti annunciato che la società ha deciso di mettere in cassa integrazione straordinaria 675 persone che fanno parte dello staff del club, sfruttando un programma anti Covid-19 del governo di Sua Maestà per coprire l'80% dei compensi. Il Liverpool ha spiegato nel comunicatoufficiale che pagherà la parte restante dei salari, ma questo non è bastato. La rabbia è tanta, sia tra i semplici tifosi che tra le leggende di Anfield.

REAZIONI - A prendere la parola sono Jamie Carragher e Stan Collymore. L'ex difensore, che ha donato ai Reds l'intera carriera, twitta desolato: "Jurgen Klopp ha mostrato compassione per tutti all'inizio di questa pandemia, i calciatori più importanti sono stati coinvolti in prima persona nel tentativo di far abbassare ai giocatori di Premier League i loro stipendi. E poi, all'improvviso, tutto il rispetto e la buona volontà spariscono così. Povero Liverpool...". Anche l'ex attaccante è sulla stessa lunghezza d'onda: "È solo fo********te sbagliato. Non conosco nessun tifoso del Liverpool, con qualsiasi idea politica, che non sarà altro che disgustato dall'idea di mettere in cassa integrazione lo staff".

DIFFICOLTÁ - I tifosi, infatti, la prendono molto male. "Se sto leggendo bene, da tifoso di vecchia data mi vergogno di quello che sta accadendo. Siamo uno dei club più ricchi del mondo e stiamo usando questo sistema. Per favore, ripensateci, perchè non ci facciamo una bella figura". Il problema, spiega il Sun, è che appena qualche settimana fa il Liverpool ha annunciato profitti per 42 milioni di sterline. Il che non lo rende certo un'azienda in difficoltà, come spiega un membro dello staff alla BBC: "Il club chiama lo staff 'la nostra famiglia'. Beh, io non mi sento un membro della famiglia. Perchè un club che ha profitti per milioni di sterline deve usare un ammortizzatore sociale offerto dal governo quando ci sono tante altre aziende che ne hanno molto più bisogno? Mi sento deluso, questa soluzione deve essere utilizzata solo da chi è davvero in difficoltà". Chissà cosa ne penserà Klopp...