Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il Liverpool…maledice il coronavirus: Klopp rischia di perdere Salah per quattro mesi!

Se si dovesse scegliere quale club sta pagando più pegno all'epidemia di coronavirus, difficile non menzionare il Liverpool. Improvvisamente un titolo che sembrava già vinto rischia di non arrivare mai, ma anche il 2021 si prospetta complicato....

Redazione Il Posticipo

Se si dovesse scegliere quale club sta pagando più pegno all'epidemia di coronavirus, difficile non menzionare il Liverpool. Certo, nessuno dei Reds è risultato positivo (cosa che non si può dire di Chelsea e Arsenal), ma i problemi causati dalla pandemia colpiscono la squadra di Klopp più delle altre. Intanto dal punto di vista della bacheca, perchè improvvisamente un titolo che sembrava già vinto rischia di non comparire mai dalle parti di Anfield, se la stagione attuale dovesse essere cancellata per impossibilità di riprenderla. Ma anche il futuro non è poi così luminoso per i campioni d'Europa in carica ed è sempre colpa del Covid-19.

OLIMPIADI... - Il Sun spiega infatti che l'aver posticipato le Olimpiadi di Tokyo al 2021 rischia di costringere il Liverpool a fare a meno di Salah per addirittura quattro mesi nella prossima stagione. Prima del caos da coronavirus, i Reds si erano messi l'anima in pace per quello che riguarda la convocazione dell'egiziano per i Giochi. Mentre gli europei e i sudamericani avrebbero giocato i propri tornei continentali, Salah avrebbe risposto affermativamente alla chiamata a cinque cerchi, perdendosi così qualche giornata all'inizio del prossimo campionato. Poco male, almeno di fronte all'alternativa, cioè ritrovarsi in squadra un calciatore scontento per il rifiuto opposto dal club. Ora però cambia tutto, perchè nel 2021 non ci sono solo le Olimpiadi. Anzi, per la prossima stagione il Liverpool aveva già messo in conto che Salah avrebbe saltato un paio di mesi, quelli che coincidono con la Coppa d'Africa.

...E COPPA D'AFRICA - A differenza della scorsa edizione, che si è disputata in estate, la CAF ha fatto sapere che la prossima tornerà a giocarsi d'inverno, per la precisione tra gennaio e febbraio del prossimo anno. Il che significa che Salah, due volte Pallone d'Oro africano, ma anche Manè, stella del Senegal, e Keità, pilastro della Guinea, non ci saranno per un po'. L'unico modo per evitare di perdere l'egiziano per quattro mesi, dunque, è sperare che non sia convocato almeno per le Olimpiadi. Ma a giudicare dalle parole di Shawky Gharib, CT della selezione olimpica, non sarà il caso: "Salah è uno dei migliori calciatori al mondo e qualsiasi allenatore lo vorrebbe in squadra. La nostra porta è ancora aperta". Come lo è, anche se non proprio volontariamente, quella del Liverpool.