Il Lipsia ha scelto il sostituto di Werner, ma Sorloth…è sparito e il Trabzonspor apre un procedimento disciplinare

Il Lipsia ha scelto il sostituto di Werner, ma Sorloth…è sparito e il Trabzonspor apre un procedimento disciplinare

Non sarà semplice per il Lipsia sostituire Timo Werner, ma i tedeschi puntano il norvegese Alexander Sorloth, attaccante di proprietà del Crystal Palace attualmente in prestito biennale al Trabzonspor. L’offerta è arrivata, ma il centravanti non si è presentato in Turchia e il suo club non la sta prendendo bene…

di Redazione Il Posticipo

Non sarà semplice per il Lipsia sostituire Timo Werner. Il centravanti della nazionale tedesca è andato al Chelsea per 50 milioni di euro e ora Nagelsmann si ritrova nella necessità di trovare qualcuno in grado di garantire i numeri dell’ex numero 11. Per nulla semplice, considerando che in 159 partite con la maglia dei Tori Rossi il bomber della Mannschaft è andato a segno 95 volte. Dunque, via alla ricerca sul mercato, con un nome già individuato: il norvegese Alexander Sorloth, attaccante di proprietà del Crystal Palace. Per lui, attualmente in prestito biennale al Trabzonspor, ben 33 reti nella scorsa stagione, che hanno fatto sognare il titolo al club turco.

OFFERTA – Ma, come spiega Goal, c’è qualche problema. Il calciatore è ceduto a titolo temporaneo, quindi ogni eventuale cessione definitiva dovrà passare attraverso un accordo con i turchi, che detengono i diritti su Sorloth fino al prossimo giugno. E anche se il Trabzonspor conferma l’offerta del Lipsia con un comunicato ufficiale, il comportamento del norvegese non è particolarmente apprezzato. “Abbiamo ricevuto un’offerta dell’RB Lipsia per il nostro calciatore Alexander Sorloth e la nostra dirigenza la sta considerando, con in mente i migliori interessi del club”. Insomma, c’è da capire quanto ci guadagneranno i turchi dal lasciare andare il giocatore.

SPARITO – Che però…è sparito: “Durante le negoziazioni, che prevedono un’interruzione anticipata del contratto di prestito, Sorloth è andato in Norvegia con la nazionale. Il calciatore, che doveva arrivare a Trebisonda martedì 8, ci ha informato di essere in attesa dei risultati di un test per il Covid-19, che dovevano arrivare giovedì 10 e ci ha assicurato che sarebbe arrivato in città venerdì 11. Visto che oggi non è ancora a Trebisonda, abbiamo aperto nei suoi confronti un procedimento disciplinare come prevedono le nostre norme di comportamento”. Insomma, un classico caso di fuga di mercato. E anche se stavolta il club da cui il giocatore è scappato non è quello che detiene il cartellino, l’impressione è che il Trabzonspor non farà nulla per facilitare la trattiva.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy