Il Leicester fa spesa…in Serie C: le Foxes vogliono l’ex Inter Nolan

Non è poi così raro vedere qualcuno passare dalla Serie C alla Serie A. Lo è un po’ di più però volare dall’Arezzo…alla Premier League. Ma la carriera di Ryan Nolan non ha assolutamente nulla di normale: cominciata in Spagna, continuata a San Siro e che ora può portarlo a vestire la maglia del Leicester City.

di Redazione Il Posticipo

Che calcio sarebbe senza le serie minori? Certo, ormai i grandi talenti vengono notati sempre più precocemente, ma non mancano mai le storie di giocatori che fanno gavetta e si ritrovano all’improvviso nel mirino di grandi squadre. Non è poi così raro vedere qualcuno passare dalla Serie C alla Serie A. Lo è un po’ di più però volare dall’Arezzo…alla Premier League. Ma la storia di Ryan Nolan, difensore irlandese classe 1999, non ha assolutamente nulla di normale. E neanche la sua carriera: cominciata in Spagna, continuata a San Siro e che ora può portarlo a vestire la maglia del Leicester City.

INTER – Il giovane difensore ha seguito la sua famiglia dall’Irlanda a Torre Pacheco, nella regione autonoma di Murcia, per arrivare poi all’Inter. Nolan è stato per parecchio uno dei migliori prospetti del calcio delle isole britanniche, nonchè una presenza costante nelle nazionali giovanili dei verdi. E nel 2015 i nerazzurri lo hanno portato alla Pinetina, con tanto di convocazione per il preliminare di Europa League contro l’Austria Vienna durante l’era Spalletti. Poi però Conte non ha creduto abbastanza in lui e l’irlandese ha deciso di continuare il suo strano percorso nelle serie minori tricolori. E quindi è arrivato l’Arezzo, che poi lo ha ceduto in prestito al Giana Erminio poco prima che il lockdown costringesse la terza serie a fermarsi.

CLAUSOLA – Ora però, spiega il Sun, c’è chi vuole riportarlo vicino casa. Il Leicester di Brandon Rodgers è alla ricerca di un nuovo innesto in difesa, considerando che la coppia centrale è composta dagli inamovibili Evans e Soyuncu (che è anche nel mirino del Barcellona), ma che la rosa manca di profondità in quel ruolo. L’Arezzo, dal canto suo, non avrebbe problemi a cedere il calciatore anche gratis, inserendo però una clausola che preveda una ampia percentuale di guadagno su una buona cessione. Del resto, le storie di Mahrez e Kantè, prelevati dal Le Havre e dal Caen e rivenduti a peso d’oro, insegnano. Le Foxes, quando scovano un talento, non si pongono tanti problemi di categoria…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy