calcio

Il grande ex in panchina, non sempre un’ottima idea…e Milan e Juventus lo sanno bene!

Sheva sogna di allenare un giorno il Milan. Ma prendersi in panchina un grande ex... è una buona idea? I rossoneri ne sanno qualcosa e negli ultimi anni non gli è andata benissimo...

Redazione Il Posticipo

BUCHAREST, ROMANIA - NOVEMBER 30: Andriy Schevchenko, manager of Ukraine arrives at the UEFA Euro 2020 Final Draw Ceremony at the Romexpo on November 30, 2019 in Bucharest, Romania. (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

Andriy Shevchenko si prepara agli Europei con la sua Ucraina, ma guarda anche più avanti. Del resto ora è diventato un allenatore e non è così strano che sogni di finire su una panchina importante in Italia. Magari...quella del suo Milan, la squadra che lo ha portato in Serie A e con cui è diventato una vera e propria leggenda. Un giorno, chiosa Sheva, la sua strada potrebbe incrociare di nuovo quella del Diavolo. Una buona idea? Mica tanto. In fondo, quando si smette e si decide di mettersi su una panchina, bisogna accettare che tutto quello che si è fatto in campo verrà presto dimenticato. E ci sono alcuni fantasmi del passato che non sono poi troppo incoraggianti per chi decide di guidare la squadra con cui è stato grandissimo...