Il galletto del nuovo stadio del Tottenham ha un’ammaccatura da proiettile: gli ha sparato…Gascoigne!

Il galletto del nuovo stadio del Tottenham ha un’ammaccatura da proiettile: gli ha sparato…Gascoigne!

Riproduzioni fedelissime e dove trovarle. Il galletto del Tottenham che sovrasta il South Stand del nuovo stadio ha un’ammaccatura da proiettile. La notizia non è questa ma il fatto che a sparare è stato… Paul Gascoigne.

di Redazione Il Posticipo

Le cicatrici sono utili per ricordare le avventure per le quali si è passati, le battaglie, le esperienze, le gioie e i dolori. Allo stesso modo, conferiscono alle cose anche un legame affettivo e un valore simbolico. Si prenda come esempio il galletto del Tottenham. Si tratta di una statua che, oltre a essere il logo del club, porta con sè anche la storia degli Spurs, tra gioie e delusione. Al punto che nel trasferimento da White Hart Lane al nuovo stadio, ne è stata creata una nuova versione. E persino i segni del tempo sono stati riprodotti fedelmente sulla replica realizzata per il nuovo impianto. Tra questi segni del tempo, spunta un’ammaccatura da proiettile fatta da… Gascoigne.

AMMACCATURE NUOVE – La statua è stata realizzata a Londra proprio per essere fissata in cima al South Stand del nuovo stadio del Tottenham. Avere una nuova casa, però, non vuol dire rinnegare il passato: allo stesso modo, la statua non deve assolutamente smettere di trasmettere la memoria storica del club. Così è stato riprodotta su di essa anche l’ammaccatura da proiettile che Paul Gascoigne aveva procurato alla vecchia statua. A confermarlo è lo storico del club, John Fennelly, riportato da SportBible: “Il vecchio galletto stava cadendo a pezzi. Era ammaccato e in pessime condizioni. La storia ufficiale dice che i danni siano frutto dei bombardarmrnti tedeschi all’epoca del blitz, ma la verità è che l’ammaccatura è stata fatta da Gazza con un fucile ad aria compressa“. Certo, l’ammaccatura artificiale che si vede ora è molto più grande di quella originale in quanto la statua è stata riprodotta molto fedelmente in scala: ora è alta circa 4,5 metri.

LEGGENDE – A quanto pare, l’ammaccatura è stata realizzata appositamente per omaggiare una delle più controverse e colorite leggende del club, appunto, Paul Gascoigne. Il fatidico grilletto, spiega Fennelly, è stato premuto nel 1988: “Gazza ha provato a negare l’accaduto ma è stato colto in flagrante“. A proposito di leggende: dopo la partita dell’under 18 grazie alla quale i primi tifosi sono riusciti ad entrare allo stadio, visibilmente emozionati, in programma c’è la partita delle vecchie glorie tra Tottenham e Inter e oltre a Robbie Keane, Rafael Van der Vaart, Dimitar Berbatov e Jurgen Klinsmann, in campo, dovrebbe esserci anche lo stesso Gazza. La speranza è che non porti di nuovo un fucile ad aria compressa e che lasci in pace il povero galletto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy