Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il galletto del nuovo stadio del Tottenham ha un’ammaccatura da proiettile: gli ha sparato…Gascoigne!

NAPLES, ITALY - JULY 01: England maestro Paul Gascoigne celebrates after the 1990 FIFA World Cup quarter final match between England and Cameroon at the San Paolo Stadium on July 1, 1990 in Naples, Italy. (Photo by David Cannon/Allsport/Getty Images)

Riproduzioni fedelissime e dove trovarle. Il galletto del Tottenham che sovrasta il South Stand del nuovo stadio ha un'ammaccatura da proiettile. La notizia non è questa ma il fatto che a sparare è stato... Paul Gascoigne.

Redazione Il Posticipo

Le cicatrici sono utili per ricordare le avventure per le quali si è passati, le battaglie, le esperienze, le gioie e i dolori. Allo stesso modo, conferiscono alle cose anche un legame affettivo e un valore simbolico. Si prenda come esempio il galletto del Tottenham. Si tratta di una statua che, oltre a essere il logo del club, porta con sè anche la storia degli Spurs, tra gioie e delusione. Al punto che nel trasferimento da White Hart Lane al nuovo stadio, ne è stata creata una nuova versione. E persino i segni del tempo sono stati riprodotti fedelmente sulla replica realizzata per il nuovo impianto. Tra questi segni, spunta un'ammaccatura da proiettile fatta da... Gascoigne.

AMMACCATURE NUOVE - La statua è stata realizzata a Londra proprio per essere fissata in cima al South Stand del nuovo stadio del Tottenham. Avere una nuova casa, però, non vuol dire rinnegare il passato: allo stesso modo, la statua non deve assolutamente smettere di trasmettere la memoria storica del club. Così è stato riprodotta su di essa anche l'ammaccatura da proiettile che Paul Gascoigne aveva procurato alla vecchia statua. A confermarlo è lo storico del club, John Fennelly, riportato da SportBible: “Il vecchio galletto stava cadendo a pezzi. Era ammaccato e in pessime condizioni. La storia ufficiale dice che i danni siano frutto dei bombardamenti tedeschi all’epoca della Seconda Guerra Mondiale, ma la verità è che l'ammaccatura è stata fatta da Gazza con un fucile ad aria compressa". Certo, l'ammaccatura artificiale che si vede ora è molto più grande di quella originale in quanto la statua è stata riprodotta molto fedelmente in scala: ora è alta circa 4,5 metri.

LEGGENDE - A quanto pare, l'ammaccatura è stata realizzata appositamente per omaggiare una delle più controverse e colorite leggende del club, appunto, Paul Gascoigne. Il fatidico grilletto, spiega Fennelly, è stato premuto nel 1988: "Gazza ha provato a negare l'accaduto ma è stato colto in flagrante". A proposito di leggende: nel 2019, dopo la partita dell'under 18 grazie alla quale i primi tifosi sono riusciti ad entrare allo stadio, visibilmente emozionati, in programma c'è stata la partita delle vecchie glorie tra Tottenham e Inter ed è sceso in campo, tra applausi scroscianti, anche lo stesso Gazza. Che in quel caso non ha portato di nuovo un fucile ad aria compressa e ha...lasciato in pace il povero galletto.